Spaghetti con trota e sardine essiccate…

É tempo di pesca alla sardina sul lago d’Iseo…ma io non amo pescare e quindi mi sono organizzato per trovare delle fantastiche sardine, o meglio agoni, già essiccate del mio fantastico lago. Dopo attente ricerche sono riuscito a trovarle presso uno dei pescatori storici di Montisola, il signor Nando. In più per rendere il piatto ancora più gustoso ho aggiunto della trota “nostrana” essiccata pescata in un torrente di destinazione top secret… Buona giornata a tutti…

Ingredienti per 4 persone
400 g di spaghetti
2 sardine essiccate
2 filetti di trota essiccata
Prezzemolo
Olio evo
Aglio

Preparazione
Aromatizzate dell’olio evo con uno spicchio d’aglio intero e una manciata di prezzemolo. Mettete a riposare in frigo per almeno un ora.

Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata.

Pulite la sardina essiccata eliminando testa, pelle e lisca centrale e tagliate a striscioline. Prendete il filetto di trota essiccato che naturalmente non avrà ne pelle, ne testa ne lisca e tagliatelo come le sardine. Mettete un filo d’olio in padella e fateci saltare i pesci per 2 minuti.

Scolate la pasta al dente e fatela saltare in padella mantenendo poca acqua di cottura per mantecare. Aggiungete l’olio aromatizzato e servite caldo.

Buon appetito

  

Annunci

Spaghetti con crema di pecorino romano, granella di noci, tartare di gamberoni profumata al basilico e senape…

Oggi avevo voglia di qualcosa di fresco, mi sono recato in pescheria ed ho trovato dei fantastici gamberoni che non vedevano l’ora di essere mangiati crudi. Ma avevo anche voglia di pasta, così ho pensato di unire le due cose in un unico piatto legando il caldo di un piatto di spaghetti al crudo del gamberone con la freschezza della senape e del basilico. Buona serata a tutti.

Ingredienti per 4 persone
400 g di spaghettoni
20 foglie di basilico
6 gamberoni
20 g di pecorino romano
2 cucchiaini di salsa di senape
10 gherigli di noci
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Pulite i gamberoni eliminando il guscio ed il carapace. Riduceteli a tartare e condite con un filo d’olio, il basilico tagliato a striscioline, la senape, poco pepe e un pizzico di sale. Mescolate bene e lasciate riposare in frigo 20 minuti.

Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata.

Prendete una bacinella, aggiungete il pecorino, un filo d’olio evo e poca acqua di cottura della pasta fino a creare una salsa cremosa.

Prendete i gherigli di noci, metteteli in un mini mixer e tritate finemente.

Scolate la pasta al dente e mettetela nella bacinella con la crema di pecorino. Mantecate energicamente con l’aiuto di un forchetta.

Mettete gli spaghetti con la crema di pecorino in un piatto, aggiungete la tartare di gamberoni profumata alla senape e basilico e spolverate con i gherigli di noce tritati.

…Buon Appetito…

img_8888

Spaghettoni con bocconcini di costolette d’agnello, alici sott’olio e pomodori…

Si avvicina Pasqua e quindi mi sembra doveroso proporvi una ricetta abbastanza a tema. Naturalmente la ricetta, come il mio solito, è molto particolare, ma spero di cuore possa piacervi. Agnello, alici e pomodori…da provare…buona serata a tutti…

Ingredienti
400 g di spaghetti
8 filetti d’alici sott’olio
300 g di costolette d’agnello
8 pomodori piccadilly
20 g pecorino romano
Olio evo
Aglio
Sale
Pepe

Preparazione
Prendete le costolette, separate la carne dall’osso e fatela a cubetti. Fate soffriggere uno spicchio d’aglio in un filo d’olio, aggiungete le acciughe e lasciatele sciogliere a fiamma bassa. Aggiungete i cubetti d’agnello e fate saltare 2 minuti. Mettete i pomodori divisi in 4 e fate saltare per 5 minuti. Scolate la pasta al dente e fatela saltare con poca sua acqua di cottura nel sugo d’agnello. Servite spolverando di pecorino romano.

…Buon appetito…

IMG_7937

Spaghetti alla sogliola con crema di senape, capperi e pecorino romano…

Buongiorno a tutti, il piatto di oggi è molto simile ad una mia vecchia ricetta di “inizio blog”, ma è più elaborata e con le dosi esatte. Naturalmente sapere le dosi è importante, ma come vi dico sempre, dovete fidarvi di più del vostro istinto, del vostro assaggio, del vostro occhio…solo così imparerete come si cucina. Sogliola, senape, capperi e pecorino romano, in tripudio di gusto che spesso è presente nella mia casa. Stasera andrò per la mia terza volta al ristorante Kanton di Capriate S. Gervasio, dove il mio amico Zu ci ha promesso un viaggio culinario in Cina di oltre 12 portate, consiglio spesso un ristorante, ma di rado ci torno tre volte in poco tempo…

Ingredienti
400 g di spaghetti
300 g di filetti di sogliola
30 g di senape dolce
15 g di capperi sotto sale
10 g di pecorino romano
Semola rimacinata di grano duro
1/2 bicchiere di vino bianco
Burro
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata.

Prendete i capperi e dissalateli sotto l’acqua fredda corrente. Metteteli nel bicchiere del mixer con la senape e il pecorino romano. Aggiungete 4 cucchiai di olio evo e frullate con il frullate ad immersione. Aggiungete poca acqua di cottura della pasta fino ad ottenere una salsa cremosa.

Prendete i filetti di sogliola, controllate che non ci siano lische e fateli a cubetti. Passateli nella semola rimacinata di grano duro ed eliminate quella in eccesso.

Prendete una pentola, metteteci un filo d’olio, una noce di burro e fateci dorare l’aglio privato della buccia. Aggiungete la sogliola e fate saltare 3/4 minuti. Aggiustate di sale e pepe. Sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.

Scolate la pasta al dente e buttatela in padella mantenendo poca acqua di cottura. Aggiungete la salsa e fate saltare poco tempo fino a che la salsa non si sarà amalgamata con gli spaghetti. Spegnete la fiamma, impiattate e servite.

Buon Appetito

IMG_7417