Arrotolato di tacchino in porchetta con prosciutto di Praga e scamorza affumicata cotto nel rosè…

Ultimamente mi ero fermato con la preparazione di arrosti, ma ieri mi è tornata l’ispirazione. Quindi munito della mia più recondita e semplice fantasia ho pensato ad un arrostino di tacchino cotto a “quasi” bassa temperatura. Il risultato è stato più che soddisfacente, carne tenerissima e ripieno super abbondante come piace a me. Buona domenica a tutti, oggi non cucino…stasera SI…

Ingredienti
1 kg di fesa di tacchino a fette
250 g di prosciutto di Praga
200 g di scamorza affumicata
300 g di pancetta tesa affumicata
3oo ml di vino rosé
q.b. rosmarino
q.b. di salvia
1 spicchio d’aglio
50 g di burro
Olio evo
Sale

Patate burrose

Preparazione
Prendete le fette di tacchino, mettetele l’una accanto all’altra su di un tagliere sovrapponendo i lati come a formare una fetta unica. Metteteci sopra il prosciutto di Praga, la scamorza affumicata, qualche rametto di rosmarino, della salvia, alcuni grani di sale grosso e qualche noce di burro. Arrotolatelo su se stesso cercando di lasciare la scamorza in mezzo cosicché in cottura non esca dall’arrosto, copritelo con le fette di pancetta e chiudetelo ben stretto con lo spago da cucina.

Fate sciogliere una noce di burro in una casseruola, aggiungete un generoso filo d’olio evo, un rametto di rosmarino, della salvia e uno spicchio d’aglio. Fate rosolare l’arrosto su i quattro lati finché la pancetta non inizierà a prendere colore.

Aggiungete il vino rosé e appena inizierà a bollire spegnete la fiamma, coprite con della carta stagnola e mettete sopra il coperchio. Infornate in forno ventilato già caldo a 120° per 4 ore circa. A metà cottura togliete l’arrosto e bagnatelo con il suo fondo di cottura.

A cottura terminate, lasciate raffreddare l’arrosto, tagliatelo a fette e rimettetelo nella casseruola per farlo insaporire bene.

Servite accompagnato da patate burrose.

…Buon Appetito…

IMG_8178

IMG_8153

IMG_8104

IMG_8099

IMG_8111

IMG_8113

IMG_8117

IMG_8149

Annunci

Involtini di pollo speziato e porchettato ripieno di scamorza e rucola con salsa alla senape…

Ieri sera ho fatto da baglio al mio cuginetto Marchino, direi di essere stato un super baglio in quanto gli ho preparato una deliziosa cena, seguita da film, patatine e cornetto gelato…insomma avrà fatto gli incubi tutta la notte. Stasera cena con gnocco fritto e salumi in un altro locale molto particolare, sempre a Brescia, sempre all’interno di una chiesetta sconsacrata…

Ingredienti per 4 persone
600 g di petto di pollo fette
150 g pancetta affumicata
100 g scamorza affumicata
50 g rucola
50 ml di panna liquida
1/2 bicchiere di vino bianco
q.b. di farina di semola rimacinata
2 cucchiai di senape
q.b. di salsa Worcestershire
Timo
Majorana
rosmarino
Salvia
Senape
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Battete con un batticarne le fette di pollo. Metteteci in mezzo una fetta di scamorza affumicata, la rucola, chiudete ad involtino e arrotolateci intorno le fette di pancetta per sigillare i bordi.

In una bacinella mettete la semola rimacinata, un trito di timo, majorana, rosmarino, salvia, sale grosso e passateci gli involtini ricoprendoli bene con la panatura.

Prendete una padella, aggiungete un filo d’olio e fateci rosolare gli involtini 3 minuti per lato. Sfumate con il vino bianco e una spruzzata di salsa Worcestershire, lasciate evaporare e coprite con un coperchio. Lasciate cuocere 10 minuti a fiamma bassa girando di tanto in tanto.

Nel frattempo prendete la panna liquida e stemperateci dentro due cucchiai di senape.

Quando la carne sarà tenera aggiungete la panna con la senape e lasciate ritirare il tutto. Servite caldo con della rucola messa sopra a decorare.

N.b. La panna non è indispensabile, potete evitare di metterla se la dieta ve lo richiede.

…Buon appetito…

IMG_7946

IMG_7939

IMG_7941

IMG_7942

Gnocchi di bietola e patate ripieni di speck e scamorza…

Finalmente ho utilizzato la planetaria e indovinate per cosa? Gli gnocchi…devo essere sincero, è stata una fantastica esperienza e le mie mani non erano tutte appiccicose. Comoda e molto utile, me ne sono innamorato…pensate che la mia ragazza mi ha fatto notare che mentre era in funzione l’accarezzavo e gli facevo i complimenti, sarò normale? Mi ha persino detto:”Dato che ci sei portala anche a letto” ed io ho risposto:”Davvero!”. Comunque ottimi gnocchi e ottimo ripieno.

Ingredienti per 8 persone
1 kg di patate
350 g di farina tipo OO
300 g di foglie di bietola
1 uovo grande
sale

Per il ripieno
150 g di speck in una fetta
100 g di scamorza
50 g di parmigiano reggiano
1 uovo

Preparazione
Pulite le patate e senza sbucciarle mettetele in una padella piena di acqua fredda. Fatele bollire per 30/40 minuti in base alla dimensione della patate (dovranno avere tutte la stessa dimensione). Quando saranno cotte togliete la buccia senza farle raffreddare e con lo schiacciapatate schiacciatele nella bacinella della planetaria o ciotola per chi impasta a mano.

Tagliate lo speck a cubetti, fatelo saltare in padella senza aggiunta di grassi e quando sarò dorato toglietelo dal fuoco e fatelo raffreddare. Prendete il mixer aggiungete lo speck dorato, la scamorza e tritate finemente. Trasferite in una bacinella, aggiungete un uovo, il formaggio e mischiate bene.

Fate bollire in una pentola abbondante acqua poco salata e fateci bollire le bietole per 5 minuti. Scolatele, fatele raffreddare, strizzatele bene e tritatele fini con il mixer a immersione aggiungendo un filo d’olio.

Nella bacinella della planetaria (oppure in una bacinella capiente) dove avete schiacciato le patate aggiungete la farina setacciata, l’uovo, le bietole e un pizzico di sale. Azionate la planetaria massimo a 3 e fate amalgamare bene tutti gli ingredienti per 5 minuti fino ad ottenere un composto solido e morbido (altro lavoro per chi impasta a mano).

Sulla spianatoia mettete un po’ di farina e formate delle palline di circa 2 cm di diametro, schiacciatele sul tavolo formando dei dischi, aggiungete il ripieno di speck e scamorza e richiudete formando nuovamente delle palline. Riponetele su di un vassoio infarinato per non farli attaccare.

Gli gnocchi dovrete lessarli in abbondante acqua salata fino a che non vengono a galla.

Consiglio di mangiarli con del semplice burro fuso e salvia.

…Buon Appetito…

IMG_6594

IMG_6595

IMG_6588

IMG_6591

IMG_6592

Peperoni ripieni di riso ai 3 cereali, scamorza e mortadella…

La mia ragazza adora i peperoni e spesso glieli preparo ripieni, ma tutte le volte non mi esce mai una farcia perfetta…fino a oggi, fino a questa ricetta. Provare per credere o credere senza provare, a voi la scelta.

Ingredienti per 4 peperoni
4 peperoni
250g riso tre cereali
250 g scamorza affumicata
250 g di mortadella
50 g pane cassetta
50 g parmigiano grattugiato
50 g pan grattato
Olio evo
Burro
Sale
Pepe

Preparazione
Lessate il riso in abbondante acqua salata. Scolatelo 5 minuti prima e raffreddatelo sotto l’acqua fredda. Tritate con il mixer la scamorza affumicata, la mortadella, il pane in cassetta aggiungendo un filo d’olio, sale e pepe. Quando otterrete un composto omogeneo e ben tritato togliete e mettete in una bacinella aggiungendo il riso ai tre cereali, il pan grattato e il parmigiano grattugiato. Mescolate bene aggiungendo un filo d’olio per amalgamare meglio il tutto. Pulite i peperoni eliminando la “testa” dove è ubicato il picciolo in modo tale che vi rimanga una sacca, togliendo i semi e la parte interna bianca. Riempite con la farcia i peperoni e adagiateli in piedi su di una teglia, aggiungete un filo d’olio e inserite una noce di burro all’interno del ripieno. Infornate a 180° per 50/60 minuti tenendo d’occhio che non brucino. Servite caldi senza bruciarvi la lingua.

…Buon appetito…

IMG_5609.JPG

IMG_5621.JPG