Lumachine weissbier e pancetta al forno…

Lumache…l’80% di voi in questo momento sta già pensando di cambiare pagina…ma io vi consiglio di leggere questa ricetta e di provare a cucinarle, potreste rimare letteralmente stupiti (potrei anche offrirmi io di cucinarle per voi). Ho voluto fare un test facendole assaggiare a diverse persone, le ho spacciate per involtini di carne e pancetta…risultato? “Marino, ma sono buonissimi questi involtini, che carne tenera”!!!. Questo dimostra che il palato segue troppo la vista e a volte crea troppi pregiudizi sul cibo… Buon appetito a tutti, io per 3 giorni sono in Liguria, tra poco visiterò e cenerò in un curioso agriturismo tipico ligure km 0…a domani…

Ingredienti per 4 persone
• 500 g di lumache (surgelate, già sgusciate e di prima qualità)
• 200 g di pancetta tesa dolce a fette
50 g di parmigiano reggiano
50 cl di weissbier
• Olio evo
• Pepe

Preparazione
Risciacquate le lumache sotto l’acqua fredda corrente e mettetele a marinare in una ciotola con la weissbier per una notte dentro il frigorifero.

Passata la notte, scolatele bene e asciugatele con della carta assorbente. Avvolgetele nella fettine di pancetta una ad una e infilzatele con uno stuzzicadenti per chiuderle.

Mettete tutte le lumache con la pancetta su di una teglia ricoperta da carta forno, aggiungete un filo d’olio, un pizzico di pepe e spolverate con il pecorino romano.

Riscaldate il forno a 200° e infornate le lumache per 12/15 minuti. Quando saranno pronte, toglietele dal forno e servite belle calde.

Buon Appetito

  

Annunci

Pesto di basilico in immersione…

Ed ecco che arriva la mia speciale ricetta del pesto al basilico (più che speciale direi classica), senz’aglio e semplice da fare se come me utilizzerete il mixer ad immersione…buona domenica a tutti…

Ingredienti per 4 persone
50 g di foglie di basilico fresco
50 g di parmigiano reggiano
30 g di pecorino romano
100 ml d’olio evo
10 g di pinoli
Sale grosso

Preparazione
Pulite le foglie di basilico sotto l’acqua fredda corrente e asciugatele bene.

Mettetele nel bicchiere del mixer con il parmigiano reggiano, il pecorino romano e qualche grano di sale grosso. Frullate con il frullatore ad immersione versando l’olio evo a filo fino ad ottenere un salsa pesto cremosa.

…Buon Appetito…
 

  

    

Gamberi speziati e gratinati al forno…

Semplicità, poco tempo e tanto gusto…ecco gli ingredienti di oggi. Basta avere un minimo di pazienza nel pulire i gamberi ed il gioco è fatto. Buona serata a tutti…

Ingredienti per 4 persone
40 code di gambero
50 g di pangrattato
2 rametti di timo limonato
4 rametti di erba cipollina
1 spicchio d’aglio
30 g di pecorino romano
Olio evo piccante
Olio evo
Sale affumicato o normale

Preparazione
Prendete le code di gambero, eliminate il guscio e incidetele sul dorso per togliere il filetto nero. Prendete degli stuzzicadenti di medie dimensioni e infilzate i gamberi uno ad uno, dovrete metterne 5 per bacchetto.

Prendete una bacinella, aggiungete il pangrattato, le spezie e l’aglio tritati fini, il sale affumicato o normale e mescolate bene.

Mettete su un piatto gli spiedini di gamberi e irrorate d’ olio evo piccante o normale. Prendete il pangrattato speziato e impannateci gli spiedini eliminando la panatura in eccesso.

Mettete gli spiedini in una teglia coperta da carta da forno, spolverizzate con il pecorino romano, aggiungete un filo d’olio evo e cuocete in forno già caldo a 180° per 20 minuti o fino a doratura.

Buon Appetito

IMG_9462

IMG_9449

IMG_9453

IMG_9451

IMG_9455

Gamberetti con trofie, prezzemolo, birra e pecorino romano…

Chi pensa che i gamberetti surgelati siano solo per casalinghe annoiate e cuochi da strapazzo si sbaglia, si possono trovare in commercio numerosi prodotti con una qualità molto elevata. Basti pensare agli ottimi gamberetti grigi olandesi, piccoli e saporiti. Volete sapere perché il piatto si chiama gamberetti con trofie e non trofie con gamberetti? Semplice, questo piatto è invaso da succosi gamberetti…poi basta sfumare con la birra, mantecare con un po’ di pecorino romano, aggiungere tanto prezzemolo e la ricetta è fatta. Semplice e saporita. Buona serata a tutti.

Ingredienti per 4 persone
320 g di trofie
400 g di gamberetti surgelati
30 g di parmigiano reggiano
40 g di prezzemolo tritato
1/2 bicchiere di birra chiara
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Lessate le trofie in abbondante acqua salata.

Fate sgelare i gamberetti surgelati in frigorifero un giorno prima di consumarli oppure sgelateli al momento sotto l’acqua fredda. Metteteli in padella con un filo d’olio e uno spicchio d’aglio. Fate cuocere 3 minuti, sfumate con la birra chiara e lasciate evaporare. Aggiustate di sale e pepe.

Scoalte le trofie al dente e fatele salatre con i gamberetti. Aggiungete il pecorino romano, il prezzemolo e mantecate a fiamma spenta 1 minuto.

Servite caldo magari con l’aggiunta di un filo d’olio evo piccante.

Buon Appetito...

  

Riso saltato piccante con fave e salsa di soia al pecorino romano…

Una ricetta light, quasi piccante, semplice e molto saporita. Ecco il mio riso integrale con le fave. Si avvicina pasqua e quest’anno sarà una pasqua non proprio tradizionale…cucinerò mexicano, ma a pasquetta tornerò con i classici, grigliatona di maiale, costolette d’agnello marinate, coppa di porco alla birra e frattaglie di capretto…buona serata a tutti…

Ingredienti
400 g di riso integrale
200 gr di fave surgelate
4 cucchiai di salsa di soia
4 cucchiai di pecorino romano grattugiato
1 peperoncino fresco
Olio evo

Preparazione
Lessate le fave surgelate in abbondante acqua non salata seguendo i tempi indicati sulla confezione. Scolatetele e mettetele da parte mantenendo l’acqua di cottura in cui andrete a lessare il riso integrale che anch’esso non andrà salato.

Mettete un filo generoso d’olio in padella, il peperoncino tritato fine e fate soffriggere. Aggiungete le fave e fate saltare pochi minuti. Sfumate con la salsa di soia, aggiungete il pecorino romano e lasciate formare una salsa cremosa.

Scolate il riso al dente , fatelo saltare con il sugo di fave e servite caldo.

…Buon Appetito…

IMG_8198

IMG_8192

IMG_8193

Spaghetti alla sogliola con crema di senape, capperi e pecorino romano…

Buongiorno a tutti, il piatto di oggi è molto simile ad una mia vecchia ricetta di “inizio blog”, ma è più elaborata e con le dosi esatte. Naturalmente sapere le dosi è importante, ma come vi dico sempre, dovete fidarvi di più del vostro istinto, del vostro assaggio, del vostro occhio…solo così imparerete come si cucina. Sogliola, senape, capperi e pecorino romano, in tripudio di gusto che spesso è presente nella mia casa. Stasera andrò per la mia terza volta al ristorante Kanton di Capriate S. Gervasio, dove il mio amico Zu ci ha promesso un viaggio culinario in Cina di oltre 12 portate, consiglio spesso un ristorante, ma di rado ci torno tre volte in poco tempo…

Ingredienti
400 g di spaghetti
300 g di filetti di sogliola
30 g di senape dolce
15 g di capperi sotto sale
10 g di pecorino romano
Semola rimacinata di grano duro
1/2 bicchiere di vino bianco
Burro
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata.

Prendete i capperi e dissalateli sotto l’acqua fredda corrente. Metteteli nel bicchiere del mixer con la senape e il pecorino romano. Aggiungete 4 cucchiai di olio evo e frullate con il frullate ad immersione. Aggiungete poca acqua di cottura della pasta fino ad ottenere una salsa cremosa.

Prendete i filetti di sogliola, controllate che non ci siano lische e fateli a cubetti. Passateli nella semola rimacinata di grano duro ed eliminate quella in eccesso.

Prendete una pentola, metteteci un filo d’olio, una noce di burro e fateci dorare l’aglio privato della buccia. Aggiungete la sogliola e fate saltare 3/4 minuti. Aggiustate di sale e pepe. Sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.

Scolate la pasta al dente e buttatela in padella mantenendo poca acqua di cottura. Aggiungete la salsa e fate saltare poco tempo fino a che la salsa non si sarà amalgamata con gli spaghetti. Spegnete la fiamma, impiattate e servite.

Buon Appetito

IMG_7417

Carbonara vegetariana, proviamo…

Ieri mi è stato chiesto dalla mia amica Anna se potevo fare qualche ricetta vegetariana. Oggi mi sono messo d’impegno per lei e ho studiato una ricetta semplicissima e devo dire molto gustosa. Il peperone sostituisce la pancetta e la melanzana l’uovo…non me ne voglia nessuno per questo scempio di un piatto classico, perché per me è solo un modo di sperimentare nuovi orizzonti culinari.

Ingredienti per 4 persone
400 g di sedanini
1 melanzana grande
1 peperone giallo grande
30 g di pecorino romano
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione

Lessiamo i sedanini in abbondante acqua salata.

Pulite e tagliate a cubetti le melanzane. Soffriggetele in un filo d’olio per 10 minuti circa. Mettetele nel bicchiere del mixer e frullatele ancora calde con il frullatore ad immersione aggiungendo il pecorino e un filo d’olio.

Prendete i peperoni, puliteli e fateli a listarelle. Fateli saltare con due cucchiai d’olio evo in padella per 5 minuti, dovranno rimanere molto croccanti.

Scolate i sedanini al dente mantenendo poca acqua di cottura e fateli saltare con i peperoni. Aggiungete la crema di melanzane e pecorino. Il piatto è pronto.

Buon Appetito

IMG_6898

IMG_6892

IMG_6893

IMG_6894