Scialatielli freschi…

Scialatielli che bontà…mi ero promesso mi cucinarli, dopo averli sempre mangiati al ristorante e finalmente ci sono riuscito. Ad essere sincero io ho solo studiato le dosi della ricetta, la preparazione è stata tutta della mia splendida ragazza. Sta imparando a cucinare e non posso che esserne contento cosicché, nella nostra vicina convivenza, potrà prepararmi tante cose buone come io naturalmente farò per lei… Questo impasto è molto differente dalla pasta fresca, rimane più duro e più difficile da lavorare a mano, però vi consiglio di provarlo…buona domenica a tutti…

Ingredienti per 4 persone
300 g farina 00
300 g semola di grano duro rimacinata
2 uova
160 ml di latte fresco
60 g di pecorino romano
Sale

Preparazione
Prepariamo l’impasto degli scialatielli, mettendo tutti gli ingredienti nella planetaria seguendo quest’ordine: le due farine, le uova, il latte, il pecorino ed un pizzico di sale.

Azionate la planetaria a bassa velocità e lasciate andare fino a quando gli ingredienti non si saranno tutti amalgamati bene, il composto che otterrete non sarà omogeneo e quindi dovrete finire di lavorarlo su di una spianatoia.

Quando otterrete una palla solida e omogenea, avvolgetela nella carta trasparente e fatela riposare per un’ora in un luogo asciutto avvolto nella pellicola trasparente.

Stendete la pasta con il matterello dell’altezza di circa 0,3 mm e tagliatela a strisce tenendo una larghezza simile quella delle tagliatelle.

Fate bollire la pasta in abbondante acqua salata per circa 8 minuti. Assaggiate che non sia troppo al dente e condite a piacimento.

Buon Appetito

IMG_7617

IMG_7579

IMG_7604

IMG_7620

Annunci

Scialatielli freschi ai gamberoni e calamari con pesto di crostacei, rucola e gorgonzola piccante…ed infine bottarga di muggine…

Eccomi arrivato al duecentesimo articolo del mio blog, un traguardo per me molto importante dato dalla costanza e l’amore per la cucina…per questo motivo la ricetta di oggi deve essere molto particolare; particolare come questa mia avventura fatta di alti e bassi, di dolce e amaro, di bello e brutto…per questo ho voluto racchiudere in questa ricetta la mia anima, un anima libera che non ha paura di provare, sperimentare e volte sbagliare…buona domenica a tutti…

Ingredienti per 4 persone
4 calamari grandi
8 gamberoni
Bottarga di muggine
1/2 bicchiere di vino bianco
1 spicchio d’aglio
Olio
Sale
Pepe

Per il pesto
100 g di rucola
100 g di gongorzola piccante
20 g di fumetto di crostacei
2 cucchiaini di zucchero di canna
20 g olio evo
Burro
Sale

Per gli scialatielli

Preparazione
Preparate gli Per gli scialatielli seguendo la mia ricetta.

Preparate il fumetto di crostacei seguendo la mia ricetta.

Procedete alla preparazione del pesto. Fate bollire dell’acqua in un pentolino con due cucchiai di zucchero di canna. Aggiungete la rucola e fatela bollire per 3 minuti. Scolatela, strizzatela e mettetela nel bicchiere del mixer. Fate sciogliere in un pentolino a bagnomaria il gorgonzola piccante e aggiungetelo al bicchiere del mixer insieme al fumetto di pesce e l’olio evo. Frullate con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una salsa cremosa.

Lessate gli scialatielli in abbondante acqua salata in ebollizione.

Pulite i calamari, infilategli la lama del coltello nella sacca e tagliate in modo da aprire il calamaro a libro. Una volta aperti potete tagliare la carne in 4 parti praticando un taglio a croce.

Pulite i gamberoni e fateli a cubetti di 1 cm circa lasciandone da parte 4 per la guarnizione.

Mettete in una padella una noce di burro, poco olio e l’aglio tagliato a rondelle sottilissime. Aggiungete i calamari e lasciate cuocere per 10 minuti circa aggiungendo poca acqua calda se necessario. Quando il calamaro sarà tenero aggiungete i gamberoni a cubetti e saltate due minuti. Aggiustate di sale, pepe e sfumate con il vino bianco. Lasciate evaporare e spegnete la fiamma.

Scolate gli scialatielli al dente e fateli saltare in padella con il sugo di calamari e gamberi per 2 minuti. Serviteli aggiungendo il pesto di crostacei, rucola e gorgonzola piccante e una grattugiata di bottarga di muggine.

…Buon Appetito…

IMG_7625

IMG_7594

IMG_7606

IMG_7618

IMG_7609

IMG_7612

IMG_7614

IMG_7617-0

IMG_7621

IMG_7616

Arriva la Settimana dell’orecchietta…

Questa settimana ho voglia di orecchiette, quindi ho deciso che da oggi a venerdì (escludo il weekend perché sarò al mare) le cucinerò in tutti i modi…carne, pesce, verdure e formaggi…

Ecco la ricetta base per le orecchiette…

Ingredienti
Farina di semola – 150 gr
Farina tipo OO – 150 gr
Acqua – 150 gr
Olio evo 12 gr circa

Preparazione
Mescolate le due farine in una bacinella e trasferitele su una spianatoia, formate la classica fontana con il buco al centro e aggiungete l’acqua poco alla volta e cominciate ad impastare energicamente…

Poi unite l’olio continuando ad impastare fino ad ottenere un impasto molto liscio e morbido a cui dovrete dare una forma tonda (in caso che l’impasto risulti troppo duro aggiungete più acqua).

Quando l’impasto sarà pronto avvolgetelo nella pellicola trasparente e lasciatelo riposare per 12-15 minuti affinché diventi ben elastico.

Quando il tempo di riposo sarà passato, prendete un pezzettino di pasta alla volta e formateci un tubo non troppo sottile.

Dividete il tubo in tocchetti larghi circa 1 cm e con un coltello dalla punta tonda, trascinate i pezzetti di pasta sulla spianatoia in modo che si curvi assumendo la forma di una conchiglia.

A questo punto, prendete ogni conchiglia e appoggiatela sul pollice e rovesciatela all’indietro per ottenere le vostre orecchiette.

Semplice non trovate…

Buon appetito…

N.b. (nel caso vi risulti complicato, cercate qualche video di esempio su youtube…io purtroppo non ho il tempo di farlo…ma arriverà anche quello)

Farina impasto

Dito nell'orecchietta

Orecchiette