Patate burrose, quasi al forno e poco light…

Le patate, a chi non piacciono? Chi non le hai ma assaggiate? Un cibo che si può trovare ovunque e non puoi farne a meno. Fritte, lesse, al cartoccio, grigliate, al forno, schiacciate, bollite etc…sono la perfetta alchimia tra il buono e il peccato tra il male e la redenzione. Oggi le voglio preparare con tanto burro e saltate in padella con un mio trucco finale per renderle meno unte e molto croccanti. Il post iniziale era: “la patata a chi non piace? Chi non l’ha mai assaggiata?”…ho preferito modificarlo…

Ingredienti per 4 persone
1 kg di patate
80 g di burro
100 g di pancetta dolce
1 rametto di rosmarino
4 foglie di salvia
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Sale

Preparazione
Pulite e sbucciate le patate, fatele a cubetti di circa 2 cm cercando di mantenere la stessa dimensione per farle cuocere più uniformemente. Mettetele in una bacinella e subito sotto l’acqua fredda corrente per almeno 5 minuti mischiando di tanto in tanto per fargli perdere tutto l’amido, quando l’acqua sarà trasparente saranno pronte (questo passaggio è molto importante per far si che la patata resti croccante). Scolate bene le patate e mettetele in una bacinella capiente.

Mettete nel bicchiere del mixer il rosmarino, la salvia, l’aglio, un pizzico di sale e pepe. Frullate con il frullatore ad immersione aggiungendo l’olio evo a filo fino ad ottenere una salsa bella liquida. Versate il composto sulle patate e amalgamate bene il tutto utilizzando le mani.

Fate sciogliere in una padella abbastanza capiente il burro e fateci soffriggere la pancetta. Aggiungiamo le patate e lasciamole cuocere 40 minuti cercando di girarle il meno possibile.

Quando si sarà formata una crosticina dorata le patate saranno quasi pronte. Spegnetele e trasferitele in una pirofila da forno utilizzando un ragno per far sì che quasi tutto l’unto rimanga in padella. Infornate a 180° per 10 minuti in forno già caldo e vedrete che le patate si asciugheranno e perderanno parecchio unto.

…Buon appetito…

IMG_4686.JPG

Annunci

Calamari e spinacini in padella come li fa mammina…

Quando la mamma cucina devo sempre fargli qualche piccola critica, anche se è sempre tutto molto buono. Questo piatto di calamari è davvero molto semplice e anche se io lo preparerei in modo diverso, non mi stuferò mai di mangiarlo di così.

Ingredienti
Ricetta per 4 persone
600 g di calamari
200 g di spinacini in foglia
1 cucchiaino di brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Pulite i calamari sotto l’acqua fredda, fateli a rondelle non troppo sottili e metteteli all’interno di una padella con un filo d’olio. Aggiungete uno spicchio d’aglio, un cucchiaino di dado vegetale in polvere e accendete il fuoco. Quando i calamari inizieranno a sfrigolare aggiungete un bel bicchiere di vino bianco e lasciate sfumare. Cuocete per 4/5 minuti e regolate di sale e pepe. Più vino mettete più tanto sarà il sughetto. Aggiungete a fiamma spenta gli spinacini in foglia e mescolate bene.

Servite caldo e buon appetito

N.b. Tutti gli ingredienti esclusi il vino e gli spinacini vanno messi in padella quando è ancora fredda.

IMG_3919.JPG

Alette di pollo croccanti…troppo piccanti…

Peccato tutto petto…e le alette? Una nuova ed economica passione…l’ho assaggiate in tutti i modi, fritte, in forno, in padella, affumicate, marinate, grigliate e persino surgelate (non le avevo scongelate bene) ma non le ho mai preparate di persone, le ho sempre prese pronte o quasi…”la pappa quando viene servita fa molto comodo”, ma non sempre è buona!!!…quindi prendendo spunto dalla trasmissione su Fine Living a tavola con Guy ho studiato una mia ricetta per rendere le alette ultra croccanti e troppo piccanti…l’unica cosa odiosa è tagliare le alette di pollo a metà…una fatica…e le piume? Non sono un mio problema perché ci ha pensato il macellaio…

Ingredienti
Alette di pollo
Paprika dolce
Peperoncino in polvere
Aglio
Rosmarino
Salvia
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Prendete le alette di pollo, eliminate i residui delle piume e sciacquatele sotto acqua fredda. Dividetele a metà dalla parte della cartilaginee. Mettete ad asciugare in un colino.

Mettete in un piccolo mixer un cucchiaio di paprika dolce, mezzo cucchiaio di peperoncino in polvere, mezzo spicchio d’aglio, mezzo rametto di rosmarino e una bella foglia di salvia. Tritate finemente, mettete in una bacinella, aggiungete sei cucchiai di pangrattato, sale e pepe.

Massaggiate le alette con poco olio e fatele passare nel mix di spezie. Mi raccomando, non mettete troppa impanatura altrimenti non si cuoceranno benne e non diventeranno croccanti.

Infornate a 200° per 20 minuti. Spegnete il forno, e fate raffreddare. Dopo circa un ora riaccendete il forno a 180°, mettete una minuscola noce di burro sulle alette e reinfornate per cinque minuti.
Servite calde e mi raccomando che pizzicano…

…Buon appetito…

N.b. Il trucco sta nel farle raffreddare e poi riscaldarle con una noce di burro…provate…

20140703-171258-61978717.jpg

20140703-171259-61979371.jpg

20140703-171300-61980110.jpg

20140703-201703-73023236.jpg