Sandwich di melanzana con Edamer, tacchino, datterini e scaglie di Grana Padano…

Buon pomeriggio a tutti, la notiziona del giorno è che ho iniziato una breve dieta, associata a una sana attività fisica in palestra…ma non preoccupatevi, nulla mi impedirà di cucinare…però oggi vi propongo una ricetta molto leggera e soprattutto semplicissima da preparare…

Ingredienti
1 melanzana grande
120 g di Edamer a fette
200 g di tacchino arrosto a fette
60 g di Grana Padano a scaglie
250 g di pomodori datterini
1 rametto di Timo fresco
Olio
Sale

Preparazione
Tagliate le melanzane in 12 fette di almeno 1 cm di spessore l’una. Prendete un tostiera, accendetela e quando sarà calda posateci sopra le melanzane. Chiudete e grigliate per 3/4.

Quando saranno colorite, toglietele dalla tostiera e lasciatele a riposo per 5 minuti.

Prendete l’Edamer, il tacchino e create un sandwich usando al posto del pane la melanzana: melanzana, tacchino, Edamer, melanzana, tacchino, Edamer e melanzana.

Ora riaccendete la tostiera e chiudeteci all’interno il nostro finto sandwich. Quando il formaggio inizierà a sciogliersi e sfrigolare potrete toglierlo.

Servite aggiungendo datterini conditi con olio, sale, pepe, aglio (da togliere) e foglie di timo e delle scaglie di Grana Padano.

…Buon Appetito…

IMG_3890

IMG_3894

Annunci

Carbonara vegetariana, proviamo…

Ieri mi è stato chiesto dalla mia amica Anna se potevo fare qualche ricetta vegetariana. Oggi mi sono messo d’impegno per lei e ho studiato una ricetta semplicissima e devo dire molto gustosa. Il peperone sostituisce la pancetta e la melanzana l’uovo…non me ne voglia nessuno per questo scempio di un piatto classico, perché per me è solo un modo di sperimentare nuovi orizzonti culinari.

Ingredienti per 4 persone
400 g di sedanini
1 melanzana grande
1 peperone giallo grande
30 g di pecorino romano
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione

Lessiamo i sedanini in abbondante acqua salata.

Pulite e tagliate a cubetti le melanzane. Soffriggetele in un filo d’olio per 10 minuti circa. Mettetele nel bicchiere del mixer e frullatele ancora calde con il frullatore ad immersione aggiungendo il pecorino e un filo d’olio.

Prendete i peperoni, puliteli e fateli a listarelle. Fateli saltare con due cucchiai d’olio evo in padella per 5 minuti, dovranno rimanere molto croccanti.

Scolate i sedanini al dente mantenendo poca acqua di cottura e fateli saltare con i peperoni. Aggiungete la crema di melanzane e pecorino. Il piatto è pronto.

Buon Appetito

IMG_6898

IMG_6892

IMG_6893

IMG_6894

Melanzane alla “Bologgiana”…

Quando avanza del ragù e hai voglia di melanzane alla parmigiana…nascono queste semplici ricette…lo so, la melanzana andrebbe fritta perché sicuramente molto più gustosa ma vi assicuro che è molto buona anche al forno…molto più leggera…

Ingredienti per 2 persone
200 g di mozzarella a pasta dura
400 g di melanzana
100 g di prosciutto cotto a fette
50 g di parmigiano reggiano
Burro

per il ragù veloce
150 g di macinato di vitello
200 g di passata di pomodoro
50 g di panna liquida
1/2 bicchiere di vino rosso
1 spicchio d’aglio
15 g di burro
Olio evo
Sale

Preparazione
Prendete una padella dai bordi alti, aggiungete un filo d’olio, il burro e lo spicchio d’aglio privato della buccia. Fatelo dorare e aggiungete il macinato di vitello sgranandolo bene con una forchetta. Quando sarà ben dorato sfumate con il vino rosso e lasciate evaporare. Aggiungete la passata di pomodoro, aggiustate di sale e fate cuocere 20 minuti a fiamma bassa. Quando il sugo si sarà ritirato, attenti a non farlo attaccare, aggiungete la panna a fuoco spento e mescolate bene.

Ora prendete le melanzane, tagliatele a fette dello spessore di circa 0,5 mm e mettetele a dorare sul grill del forno per 5/7 minuti a 180°. Lasciatele raffreddare condendole con un filo d’olio evo.

Prendete la mozzarella e tritatela finissima con l’aiuto del mixer. Ora prendete una pirofila, imburratela, mettete uno strato di melanzane, sopra la mozzarella, poi il prosciutto cotto ed infine il ragù con la panna. Continuate così facendo altri due o tre strati.

Mettete qualche noce di burro e infornate in forno già caldo a 180 gradi per 15 minuti circa.

Servite calde…Buon Appetito

IMG_6105.JPG

IMG_6103.JPG

IMG_6088.JPG

CosaMiPiaceLì…”Ol Bertagnì” del mercato…

Cosa c’è di più bello di una nuova passione? Sopratutto se è per una nuova pietanza?…ad esempio, se all’età di 26 anni scopro “Ol Bertagnì”, posso ancora innamorarmene come se fossi un bambino?…La risposta è semplice, del cibo ci si innamora sempre, a tutte le età. Cosa è “Ol Bertagnì”, semplicemente baccalà fritto in pastella. Pensate che una volta era l’unico piatto a base di pesce di mare che le famiglie povere potevano permettersi e sopratutto essendo sotto sale era facile da conservare, dato che i frigo non erano ancora stati inventati e le ghiacciaie non erano disponibili a tutti. Le donne si alzavano al mattino e si dirigevano al mercato per l’acquisto. Purtroppo la tradizione di “ol Bertagnì” sta per scomparire , causa le nuove generazioni da “bastoncini findus”, ma di recente qualche intrepido ragazzino ha cominciato a girare per il mercato divorandosi un bel “Bertagnì” nel suo sacchetto di carta invece delle solite, noiose patatine fritte e crocchette. Il procedimento è molto semplice, si toglie dal baccalà il sale in superficie e lo si lascia in ammollo per 24/48 ore dopodiché si immerge in una leggere pastella e si frigge. Ma io per comodità vado a prenderlo, cioè mando mia mamma, al mercato di Sarnico. Ci sono varie bancarelle che lo fanno, ma lei va sempre in quello situato all’inizio del parco giochi “Lazzarini”. E’ davvero molto buono, poco unto, molto saporito e croccante. Una piacevole alternativa a costosi piatti di mare fritti. Provate…

IMG_3792.JPG