Crema di zucchine, patate e Parmigiano…

Come avrete notato è da quasi una settimana che non pubblico ricette, recensioni etc. ma come sapete io cucino a tempo perso e questa settimana tra lavoro, compleanno e altre sorprese ho fatto molta fatica a mettere mano ai fornelli. La cucina per me è una passione e come tale va continuamente coltivata, però non devo metterla davanti alle cose più importanti che mi consentono di andare avanti, la metterò sullo stesso piano. Con questo vi lascio con una ricetta molto semplice e vi prometto un week-end con due ricette originali e molto particolari. Intanto per stasera ho già pronto 1,2 kg di macinato di vitello, 1 cipolla di Tropea, 16 fette di bacon, 8 fette di salame piccante, 12 fette di edamer tedesco, gorgonzola dop, 2 pomodori, lattuga romana, salsa barbecue, crocchettine smile, nuggets di pollo, birra Du demon e Coca Cola…e siamo solo in 4…chissà cosa mangeremo, scusate, chissà quanto pasticceremo…Buona serata…

Ingredienti per 3 persone
400 g di zucchine medie
200 g di patate medie
20 g di Parmigiano Reggiano
Olio evo
Sale

Preparazione
Pulite le patate, sbucciatele e tagliatele in tre pezzi. Pulite la zucchina senza togliere la buccia e tagliatela in due pezzi. Prendete una pentola colma di acqua fredda e aggiungeteci le patate e le zucchine. Portate ad ebollizione e fare cuocere 10 minuti circa fino a quando non saranno tenere all’interno. Scolatele, mettetele nel bicchiere del mixer ad immersione, aggiungete il Parmigiano, un pizzico di sale e iniziate a frullare aggiungendo a filo l’olio evo fino ad ottenere una crema che dovrà essere molto morbida. Mettete la crema di patate, zucchine e parmigiano in una fondina, cospargete con una manciata Parmigiano e un filo d’olio evo.

…Buon appetito…

IMG_5192.JPG

Annunci

Calamari e spinacini in padella come li fa mammina…

Quando la mamma cucina devo sempre fargli qualche piccola critica, anche se è sempre tutto molto buono. Questo piatto di calamari è davvero molto semplice e anche se io lo preparerei in modo diverso, non mi stuferò mai di mangiarlo di così.

Ingredienti
Ricetta per 4 persone
600 g di calamari
200 g di spinacini in foglia
1 cucchiaino di brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Pulite i calamari sotto l’acqua fredda, fateli a rondelle non troppo sottili e metteteli all’interno di una padella con un filo d’olio. Aggiungete uno spicchio d’aglio, un cucchiaino di dado vegetale in polvere e accendete il fuoco. Quando i calamari inizieranno a sfrigolare aggiungete un bel bicchiere di vino bianco e lasciate sfumare. Cuocete per 4/5 minuti e regolate di sale e pepe. Più vino mettete più tanto sarà il sughetto. Aggiungete a fiamma spenta gli spinacini in foglia e mescolate bene.

Servite caldo e buon appetito

N.b. Tutti gli ingredienti esclusi il vino e gli spinacini vanno messi in padella quando è ancora fredda.

IMG_3919.JPG

Pettopollo tonnato zero…

Una ricetta nuova, un piatto light per questa estate che tarda ad arrivare…stasera ne abbiamo mangiato quasi mezzo kilo a testa e ci sentiamo ancora molto leggeri… Buona serata e buon appetito tutti…

Ingredienti
Trancetto di petto di pollo al forno Aia
Tonno sottolio
Philadelphia light
Capperi sotto sale
Olio evo

Preparazione
Mettete nel bicchiere del mixer il tonno sgocciolato, la Philadelphia, i capperi risciacquati dal sale e coprite con l’olio. Frullate con il frullatore a immersione fino a ottenere un composto uniforme. Se necessario aggiungere poca acqua calda e frullate di nuovo per rendere tutto più cremoso (quasi sicuramente dovrete fare questa operazione).

Affettate il trancetto di petto di pollo al forno Aia a circa mezzo centimetro, disporre su un piatto e cospargete con la salsa tonnata zero con l’aggiunta di qualche cappero.

Semplice non trovate?

Buon appetito

20140702-140312-50592164.jpg

20140702-140330-50610975.jpg

Fajitas affumicate e quasi light con tortillas di kamut e semolino…

Stasera io e la mia ragazza abbiamo una fame da lupi, ma ci siamo dovuti mettere leggermente a dieta dopo un lungo weekend composto da: un matrimonio, un compleanno e una cena in compagnia…così abbiamo rivisitato una ricetta che per noi è diventata un must “spezzafame”, cercando di ridurre i grassi il più possibile…Abbiamo anche pensato di preparaci artigianalmente le tortillas, utilizzando delle farine diverse dal solito…La ricetta vincente di oggi deve avere pochissimo olio, niente burro e solo carne bianca…ma vi assicuro che il gusto rimane invariato…provare per credere…
Poi ricordo che io non do quasi mai le dosi degli ingredienti, perché, onestamente parlando spesso vado a occhio e credo che solo così si possa imparare a cucinare…il mio blog non è ne un lavoro ne una professione, quindi scrivo quello che mi viene in mente, come mi viene in mente…mi scuso se spesso sbaglio la grammatica, la sintassi e l’ortografia…ma ciò avviene perché scrivo velocemente nel poco tempo che ho a disposizione durante la giornata…La cosa però che più conta per me è di riuscirvi a passare l’amore e la passione che la cucina mi dà ogni giorno…grazie a tutti…

Ingredienti
Petto di pollo
Peperoni gialli, verdi e rossi
Pomodori piccadilly
Birra Leffe bionda
Scamorza affumicata
Cipolla Tropea
Aglio
Olio evo
Peperoncino
Sale
Pepe

per le tortillas
Farina di Kamut 75 gr
Farina di semola rimacinata 75 gr
Bicarbonato di sodio
Sale
Olio evo
Acqua temperatura ambiente

Preparazione
Pulite il petto di pollo e tagliatelo a listarelle. Mettetelo a marinare con la birra leffe in frigo per 1 ora.

Prendete una bacinella, mettete la farina di kamut, la farina di semola, un pizzico di sale, un cucchiaino di bicarbonato, un cucchiaio di olio e amalgamate il tutto con un bicchiere d’acqua tiepida fino ad ottenere un composto omogeneo. Lasciate riposare per mezzora a temperatura ambiente coperto da un canovaccio umido. Passato questo tempo formate delle palline e mettetele da parte.

Mettete l’aglio diviso in due e metà cipolla di Tropea tagliata a rondelle in una padella con un filo d’olio. Fate appassire a fuoco lento, aggiungete i pomodori piccadilly divisi in quattro e mettete un cucchiaio di zucchero per togliere l’acidità del pomodoro. Fate cuocere cinque minuti a fiamma bassa. Regolate di sale e pepe e spegnete la fiamma.

Pulite i peperoni e tagliateli a listarelle. Fateli stufare in un cucchiaio di olio per almeno 25 minuti (devono essere tenerissimi). Aggiungete il sugo che avete preparato precedentemente. Amalgamate bene e spegnete la fiamma.

Scolate bene il pollo marinato. Fatelo saltare in padella aggiungendo mezzo cucchiaio di olio. Aggiustate di sale, pepe e lasciate cuocere per 5 minuti. A questo punto aggiungete i peperoni stufati e lasciare rapprendere tutto. Sarà pronto quando si formerà una crosticina croccante sulla carne e i peperoni.
Spegnete la fiamma e aggiungete poca scamorza affumicata a cubetti. Chiudete il coperchio e lasciate sciogliere con il vapore due minuti.

Prendete le palline, stendetele su carta da forno e tiratele con un mattarello fino ad ottenere la classica forma tonda della tortillas. Scaldate una padella abbastanza larga e cuocete le tortillas per 30 secondi per lato.

Mettete le tortillas su un piatto. Aggiungete la carne e la verdura affumicati alla scamorza. Chiudete a rotolo e servite ben calde.

…Buon appetito…

20140629-204200-74520529.jpg

20140629-204045-74445674.jpg

20140629-204159-74519891.jpg

20140629-204113-74473076.jpg