Spago, scoglio e cartoccio…

Buon sabato a tutti…ero in partenza per il concerto di Madonna, ma guardando i biglietti mi sono accorto che è domani!!!…Quindi adesso ho tempo per scrivere la mia ricetta di ieri sera, sapete, era da tanto che non preparavo qualcosa di davvero sfizioso, quindi ieri mi sono recato in pescheria ed ho acquisto tante cose buone…gamberi, calamari, canocchie, vongole e cozze. Naturalmente sono stato sul classico…spaghetti scoglio…ma ho cambiato alcune cotture per cercare di valorizzare di più i sapori. Buon pomeriggio a tutti…

Ingredienti per 4 persone
400 g di spaghettoni
300 g di vongole veraci
300 g di cozze spagnole
300 g di code di gambero
300 g di calamari piccoli freschi
300 g di canocchie
14 pomodorini ciglioni
2 spicchi d’aglio
1 patata piccola
1 rametto di rosmarino
1 foglia di salvia
Olio evo
Burro
Sale
Pepe

Preparazione
Raschia le cozze con un coltellino, elimina il bisso (il gruppo di filamenti che fuoriesce), tirandolo con le dita, e lavale più volte in acqua fredda corrente. Lava e metti a bagno le vongole per farle spurgare dalla sabbia.

Metti un filo d’olio in una padella, l’aglio schiacciato e unisci i molluschi sgocciolati. Copri e lasciale aprire a fuoco vivo per circa 2-3 minuti, scuotendo ogni tanto la padella. Sguscia 2/3 dei molluschi e filtra il sugo di cottura con il colino.

Pulite le canocchie separando il corpo dalla testa, tagliatele a metà conservandone 4 per la decorazione. Pulite le code di gambero eliminando il guscio e incidendoli sul dorso per togliere il filetto nero. Pulite i calamari eliminando la sacca con le uova ed il becco tenendo i ciuffi. Incideteli a metà lungo il dorso e poi di nuovo trasversalmente.

Mettete le teste delle canocchie e i gusci delle code di gambero in un padellino. Aggiungete le patata sbucciata fatta a brunoise e il liquido delle vongole e cozze. Fate ritirare il brodo a fiamma bassa.

Mettete un filo d’olio e una noce di burro in una padella, l’aglio tritato fine e fateci rosolare pochi minuti per lato i gamberi e le canocchie.Salate, pepate, sfumate con il vino bianco lasciate evaporare .

Prima che il sughetto sia evaporato, togliete i crostacei con una schiumarola dalla padella, aggiungete i calamari e fateli cuocere 2/3 minuti. Aggiungete i pomodorini incisi a croce sulla parte superiore e nuovamente i crostacei. Cuocete il tutto 3 minuti aggiungendo il brodo preparato prima, rosmarino e salvia (poco solo per insaporire). In ultimo aggiungete le vongole e le cozze.

Lessate gli spaghettoni in abbondante acqua poco salata. Scolateli a metà cottura, fateli saltare con il sugo allo scoglio per 2 minuti e chiudeteli nella carta forno e poi stagnola (togliete le spezie).

Infornate in forno già caldo a 200° per 10 minuti. Quando saranno pronti, togliete dal forno il cartoccio e servite direttamente nel piatto versando a filo un goccio d’olio evo normale o piccante,

…Buon Appetito…

IMG_1793-0

IMG_1768-1

IMG_1769-0

IMG_1775-0

IMG_1784-1

IMG_1786-0

IMG_1772-0

IMG_1773-0

IMG_1779

IMG_1780

IMG_1791

IMG_1797

Annunci

La mia super insalata di mare…

Adoro la mia “super” insalata di mare, potrei mangiarne a quantità industriale senza mai sentirmi sazio. Per questo voglio condividere con voi la mia speciale, semplice e rinfrescante ricetta. Mi raccomando utilizzate solo prodotti super freschi! Buona serata a tutti, noi stasera siamo stati invitati dal nostro carissimo amico Andrea alla rinomata “pizzeria” da Sirani a Bagnolo Mella…abbiamo promesso di prendere solo pizze dai 35€ in su… Ingredienti per 10 persone 40 code di gambero 20 calamari freschi piccoli 1 seppia grande 2 kg di cozze 10 pomodori piccadilly 2 coste di sedano Prezzemolo Lime Aglio Olio evo Sale Pepe Preparazione Fate bollire le code di gambero per massimo 5 minuti in acqua bollente poco salata. Quando saranno cotti metteteli sotto l’acqua fredda corrente, sgusciateli e lasciateli raffreddare. Pulite i calamari eliminando la sacca con le uova ed il becco. Incideteli a metà lungo il dorso, poi di nuovo trasversalmente e dividete a metà i suoi ciuffi se sono troppo grossi. Fate bollire il tutto nella stessa padella contenete l’acqua dei gamberi per 10 minuti. Scolateli e raffreddateli sotto l’acqua fredda corrente. Pulite la seppia eliminando l’osso, la pelle e le interiora. Fatela bollire intera per 40 minuti nell’acqua dove avete cotto i gamberi e i calamari. Quando vi sembrerà tenera, raffreddatela sotto l’acqua fredda corrente e tagliatela a striscioline. Pulite bene le cozze sotto l’acqua fredda corrente eliminando le incrostazioni e la barbetta con l’aiuto di un coltello. Mettetele in una padella dai bordi alti con uno spicchio d’aglio e un filo d’olio evo. Accendete la fiamma, coprite la padella con un coperchio e fatele aprire a fiamma media. Quando si saranno aperte tutte, spegnete la fiamma e lasciatele raffreddare. Ora dovrete togliere il mollusco dal guscio, lasciandone alcune intere per la guarnizione. Filtrate dalla padella il loro liquido e mettete tutto da parte. Pulite il sedano, i pomodori piccadilly e fate tutto a cubetti piccoli. Prendete una bacinella molto capiente, metteteci all’interno i gamberi, i calamari, la seppia, le cozze e le verdure. Aggiungeteci un filo d’olio, 6 cucchiai di liquido delle cozze, una manciata di prezzemolo, sale, pepe e una grattugiata di lime. Mescolate con delicatezza e servite freddo dopo aver lasciato riposare in frigo per almeno 1 ora. …Buon Appetito… IMG_0426 IMG_0424

Gnocchetti d’asparagi bianchi saltati al timo su crema di zucca, parmigiano e acqua di cozze all’arancia con cicale di mare e cozze…

Una ricetta forse più complicata del solito, ma con un esplosione di sapori davvero unica. Molti ingredienti, alcuni azzardi, ma tutto studiato solo ed esclusivamente per farvi provare alcune pillole d’alta cucina, la mia modestia oggi è incomparabile… Vi starete chiedendo quale sarà la prossima tappa gastronomica di marino&cucino, posso solo dirvi che come ogni anno, tornerò in Liguria, partendo da Portofino arrivando fino a Porto Venere, visitando trattorie, taverne, osterie e luoghi magnifici. Buona giornata a tutti.

Ingredienti per 4 persone
500 g di zucca
30 g di parmigiano reggiano
12 cicale di mare
500 g di cozze
1/2 bicchiere di vino bianco
10 g di burro
1 rametto di timo fresco
1 arancia
Olio evo
Sale

Per gli gnocchi
500 g di patate
175 g di farina bianca
200 g d’asparagi bianchi
1 uovo
Sale

Preparazione
Iniziamo a preparare gli gnocchi. Pulite le patate e senza sbucciarle mettetele in una padella piena di acqua fredda. Fatele bollire per 30/40 minuti in base alla dimensione della patate (dovranno essere tutte della stessa dimensione). Quando saranno cotte togliete la buccia senza farle raffreddare e con lo schiacciapatate schiacciatele in una bacinella.

Pulite gli asparagi, eliminate la parte più dura del gambo e fateli bollire per 5/6 minuti. Trasferiteli nel bicchiere del mixer, aggiungete un filo d’olio e un pizzico di sale. Frullate con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una salsa cremosa. Appena si sarà raffreddata trasferitela nella bacinella con le patate, aggiungete la farina e l’uovo ed iniziate ad amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto solido e morbido.

Sulla spianatoia mettete un po’ di farina e formate dei filoni con l’impasto di 1 cm di spessore, iniziate a tagliare ogni 1 cm formando gli gnocchi. Riponeteli su di un vassoio infarinato per non farli attaccare.

Pulite e fate spurgare le cozze sotto l’acqua fredda. Mettettele in una padella, coprite con il coperchio, accendete la fiamma e fatele aprire. Quando saranno aperte e cotte trasferitele in una bacinella filtrando a parte con un colino la loro acqua di cottura. Prendete un pentolino piccolo, aggiungete l’acqua di cottura delle cozze insieme al succo dell’arancia. Lasciate cuocere pochi minuti.

Ora tagliate la zucca eliminando la buccia, fatela a cubetti piccoli e mettetela a saltare in padella con un filo d’olio per 5 minuti, quando inizierà a intenerirsi aggiungete l’acqua di cottura delle cozze all’arancia e lasciate cuocere ancore pochi minuti. Prendete il mixer ad immersione e frullate questo composto aggiungendo il parmigiano reggiano e un filo d’olio (molto generoso) così da ottenere una crema morbida e vellutata.

Pulite le cicale di mare, eliminate la testa e incidetele sul dorso. Mettete una noce di burro in padella, un filo d’olio, del timo fresco a piacere e mezzo spicchio d’aglio tritato fine. Aggiungete le cicale di mare e fate cuocere un 1 minuto per lato senza girarle troppo. Sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e lasciate evaporare un minuto. Togliete le cicale e conservate il sughetto in padella per farci saltare gli gnocchi.

Lessate gli gnocchi in abbondante acqua salata, scolateli e fateli saltare insieme al sugo delle cicale.

Ora procedete a comporre il piatto come segue: fate una base di crema di zucca, adagiateci le cicale di mare una sopra l’altra e disposto a semicerchio in alternanza mettete le cozze e gli gnocchi. Dimenticavo, un filo d’olio evo è più che lecito.

…Buon Appetito…

IMG_8694

IMG_8672

IMG_8677

IMG_8678

IMG_8684

IMG_8685

IMG_8686

IMG_8687

IMG_8689

IMG_8688