Bucatini all’amatriciana di salmone…

Oggi vi propongo una ricetta squisita e che vuole rivisitare un classico come l’amatriciana…se sostituissimo il guanciale con il salmone affumicato??? Provare per credere. Buona giornata a tutti…

Ingredienti per 4 persone
200 g di salmone affumicato
400 g di pomodori maturi
20 g di cipolla bianca
1/2 peperoncino fresco
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Zucchero
Sale
Pepe

Preparazione
Lessate i bucatini in abbondante acqua poco salata.

Mettete in un pentolino un filo d’olio, aggiungete la cipolla tagliate a rondelle sottili ed il peperoncino tritato fine. Lasciate stufare le cipolle 10 minuti a fiamma bassissima e aggiungete i pomodori tagliati a cubetti grossi. Mettete poco zucchero per togliere l’acidità del pomodoro, aggiustate di sale e pepe e lasciate ritirare la salsa a fiamma bassa per 15 minuti.

Mettete il salmone affumicato tagliato a listarelle in una padella con uno spicchio d’aglio e un filo d’olio. Lasciate soffriggere finché il salmone avrà preso colore e aggiungete la salsa di pomodoro e cipolle. Amalgamate bene il tutto e lasciate cuocere per pochi minuti a fiamma bassa.

Scolate la pasta al dente e fatela saltare con il sugo all’amatriciana di salmone mantecando con il pecorino romano. Servite aggiungendo a piacere dell’altro pecorino.

Buon Appetito

   
    
    
 

Annunci

Ragù di luganiga e verdure alla birra rossa…

Finalmente un po’ di pioggia, un po’ di fresco…ecco perché ho pensato di preparare un bel ragù fatto con una saporitissima luganiga, un mega soffritto di verdure e tanto, anzi, tantissimo amore…buona giornata a tutti…

Ingredienti per 8 persone
400 g di luganiga
500 g di passata di datterini
1 birra rossa Moretti
80 g di carota
80 g di sedano
40 g di cipolla
20 g di burro
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Fate sciogliere il burro in una padella e aggiungete le verdure tagliate a cubetti piccoli.

Lasciate soffriggere e aggiungete la luganiga privata delle pelle e sgranata nella padella con l’aiuto di una forchetta.

Lasciate cuocere per 5 minuti finché la carne non prende colore, aggiustate di sale, pepe e sfumate con la birra rossa.

Lasciate evaporare e aggiungete la passata di datterini.

Coprite con un coperchio, lasciando un piccolo spiraglio per far uscire il vapore, e cuocete per 90 minuti circa aggiungendo poca acqua calda se necessario.

Servirete con pasta, gnocchi, lasagne o seguendo la vostra fantasia.

Buon Appetito

   
    
    
   

La mi “Amatriciana”…

Oggi voglio svelarvi il trucco di come io preparo il sugo all’amatriciana, non proprio leggera, ma molto saporita e ottima per fare bella figura con i propri amici, parenti o ospiti inaspettati…Buona domenica a tutti, io tra poco parto per Padova, destinazione stadio Euganeo, LiveKom 2015…

Ingredienti per 4 persone
100 g di guanciale
400 g di pomodori maturi
30 g di cipolla bianca
1 peperoncino fresco
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Zucchero
Sale
Pepe

Preparazione
Mettete in un pentolino un filo d’olio, aggiungete la cipolla tagliate a rondelle sottili ed il peperoncino tritato fine. Lasciate stufare le cipolle 10 minuti a fiamma bassissima e aggiungete i pomodori tagliati a cubetti grossi. Mettete poco zucchero per togliere l’acidità del pomodoro, aggiustate di sale e pepe e lasciate ritirare la salsa a fiamma bassa per 15 minuti.

Mettete il guanciale in una padella con uno spicchio d’aglio e se volete un filo d’olio. Lasciate soffriggere finché il guanciale sarà bello dorato e aggiungete la salsa di pomodoro e cipolle. Amalgamate bene il tutto e lasciate cuocere per pochi minuti a fiamma bassa.

Servite illuminando un piatto di bucatini, spaghetti, spaghetti i, tortiglioni, maccheroni, penne, fusilli o paure come ho fatto io oggi, con dei gnocchi fatti in casa.

…Buon Appetito…

            

  

Calamari ripieni di bufala, guanciale, parmigiano e soffritto…

Scusatemi se non ho più scritto ma ho avuto un’altra settimana infernale…finalmente ho trovato il tempo per pubblicarvi questa squisita ricetta…stasera cenetta romantica in un locale nuovo e molto intrigante…domani la recensione…buona serata a tutti…

Ingredienti per 4 persone 
16 calamari freschi medio piccoli 
250 g di mozzarella di bufala 
100 g di guanciale di maiale 
100 g di  pangrattato
120 g di parmigiano reggiano 
50 g di pane in cassetta
q.b di latte fresco 
50 g di carote 
50 g di sedano 
50 g di cipolla 
1/2 arancia 
1/2 bicchiere di vino bianco
Olio evo 
Rametto di rosmarino 
Sale 
Pepe 

Preparazione

Pulite i calamari cercando di non rompere le sacche per poterli farcire successivamente. 


Fate rosolare il guanciale in una padella senza l’aggiunta di olio. Tritate fini la carota, il sedano e la cipolla. Fateli soffriggere nella padella insieme al guanciale. Aggiungete un rametto di rosmarino e lasciate cuocere 5 minuti a fiamma bassa. Spegnete e fate raffreddare.

Mettete nel contenitore del mixer la mozzarella di bufala, il pangrattato, 100 g di parmigiano reggiano e il pane in cassetta precedentemente ammollato nel latte e poi strizzato. Frullate per pochi secondi e aggiungete il soffritto con il guanciale. Continuate a frullare fino ad ottenere un ripieno abbastanza fine ma che lasci intravvedere i pezzi del soffritto.

Prendete un sac à poche, riempitelo con il ripieno e usatelo per farcire i calamari richiudendo la sacca con uno stuzzicadenti. Poneteli in una pirofila bucherellandoli con uno stuzzicadenti in modo tale da non fare uscire il ripieno. Irrorate d’olio evo, salate, pepate, sfumate con il vino bianco e cospargete con il restante parmigiano. 

Infornate in forno ventilato già caldo a 200 gradi per 25/30 minuti.

Servite tiepidi, non bollenti.

…Buon Appetito…




Frittata con asparagi, pancetta, patate e cipolla…

Ma che buoni gli asparagi se si sposano con la cipolla che li tradisce con la pancetta che va a letto con la patata…non sapevo cosa scrivere…allora un po’ di malsana poesia non guasta mai…

Ingredienti
Asparagi verdi
Patate
Cipolla bianca
Pancetta affumicata
Uova
Grana padano
Panna
Prezzemolo
Burro
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Mettete a bollire dell’acqua poco salata e fateci bollire le patate per 10 minuti (dovranno rimanere dure)

Prendete gli asparagi, privateli della parte dura del gambo e con un pela patate raschiate la buccia, legateli insieme con uno spago e metteteli a bollire nell’acqua dove avete cotto le patate (le punte dovranno rimanere fuori) per almeno 8/10 minuti.

Fate soffriggere nel burro e nell’olio poca cipolla e uno spicchio d’aglio, mettete a rosolare la pancetta, le patate e gli asparagi tagliati piccoli.

Prendete una bacinella abbastanza capiente, metteteci le uova, il grana, la panna ed il prezzemolo sminuzzato, mischiate bene facendo amalgamare tutto, salate e pepate (dovete cercare la giusta consistenza, non troppo liquido, non troppo denso).

Aggiungete il composto alla padella mescolando bene con gli altri ingredienti e non toccate più il composto.

Con una forchetta alzate un lato della frittata e controllate se la parte sotto è dorata e giratela (cautela, oppure esistono delle padelle apposta)

Servire calda, non incandescente…

…Buon appetito…

N.b. se la frittata è molto alta consiglio di toglierla prima che bruci dalla padella e passarla in forno a 140° per 5/7 minuti…

20140517-212754.jpg

20140518-004806.jpg