Maiale tonnato crostaceizzato…

Ed ecco la ricetta che non ti aspettavi… una rivisitazione del classico vitello tonnato, con in più il gusto dei crostacei…e non parliamo del filetto di maiale che rimane tenerissimo…provate…Buona serata a tutti.

Ingredienti per 4 persone
1 filetto di maiale
1 rametto di rosmarino
4 foglie di salvia
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Sale grosso

Per la salsa
2 tuorli d’uovo
250 ml di olio di semi di girasole BIO
150 g di tonno sottolio
6 acciughe sott’olio
20 g di capperi dissalati
25 ml di succo di limone
Sale
Pepe

Per il fumetto di crostacei

Preparazione
Massaggiate il filetto di maiale con l’olio evo, il sale grosso e le spezie tritate. Lasciate riposare in frigo 1 ora. Accendete il forno a 180°, togliete il filetto dal forno, avvolgetelo nella carta stagnola e cuocetelo per circo 25/30 minuti. Quando sarò cotto togliete dal forno, aprite la stagnola e lasciate raffreddare.

Mettete i tuorli d’uovo nella planetaria, azionate la frusta ad una velocità medio alta e aggiungete l’olio a filo. Quando si sarà formata una maionese cremosa aggiungete il succo di limone, un pizzico di sale, il pepe e il fumetto di crostacei a piacere. Prendete il tonno, i capperi e le acciughe e mettetele nel bicchiere del mixer. Frullate con il frullatore ad immersione fino a tritare il tutto. Aggiungete alla planetaria e lasciate mescolare a velocità bassa fino a che tutti gli ingredienti non siano amalgamati bene.

Tagliate con l’affettatrice il filetto di maiale a fette di circa 5 mm. Cospargetele con la salsa tonnata crostaceizzata e servite.

…Buon Appetito…

   
             

         

Annunci

Bucatini alla carbonara salata…

Tra poco giorni si parte per le vacanze, destinazione Ibiza…ma la mia Ibiza non sarà fatta di devasto fisico e mentale, ma sarà fatta di puro relax ed escursioni in quad. Quindi mi perdonerete se in quest’ultima settimana non ho avuto molto tempo per scrivere sul mio blog, ma mi sono dovuto portare avanti con il lavoro. La ricetta di oggi è molto semplice, salata e davvero gustosa. Una carbonare davvero speciale. Buona giornata a tutti.

Ingredienti per 4 persone
400 g di bucatini
30 g di ricotta salata
100 g di pancetta dolce
20 g di capperi dissalati
2 uova
Olio evo
Pepe
Sale

Preparazione
Lessate i bucatini in abbondante acqua poco salata. Mi raccomando salate davvero poco.

Fate soffriggere la pancetta con un filo d’olio in una padella. Quando inizierà a diventare croccante aggiungete i capperi dissalati e saltate per 2 minuti.

Prendete una bacinella, sbatteteci le uovo insieme alla ricotta salata grattugiata e un pizzico di pepe fino a formare un composto solido.

Scolate la pasta al dente, fatela saltare con la pancetta e i capperi per 1 minuto dopodiché mettete tutto nella bacinella con l’uovo e la ricotta salata. Mescolate bene e servite.

Buon Appetito

IMG_9689

IMG_9677

IMG_9675

IMG_9678

IMG_9679

Spaghetti alla sogliola con crema di senape, capperi e pecorino romano…

Buongiorno a tutti, il piatto di oggi è molto simile ad una mia vecchia ricetta di “inizio blog”, ma è più elaborata e con le dosi esatte. Naturalmente sapere le dosi è importante, ma come vi dico sempre, dovete fidarvi di più del vostro istinto, del vostro assaggio, del vostro occhio…solo così imparerete come si cucina. Sogliola, senape, capperi e pecorino romano, in tripudio di gusto che spesso è presente nella mia casa. Stasera andrò per la mia terza volta al ristorante Kanton di Capriate S. Gervasio, dove il mio amico Zu ci ha promesso un viaggio culinario in Cina di oltre 12 portate, consiglio spesso un ristorante, ma di rado ci torno tre volte in poco tempo…

Ingredienti
400 g di spaghetti
300 g di filetti di sogliola
30 g di senape dolce
15 g di capperi sotto sale
10 g di pecorino romano
Semola rimacinata di grano duro
1/2 bicchiere di vino bianco
Burro
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Lessate gli spaghetti in abbondante acqua salata.

Prendete i capperi e dissalateli sotto l’acqua fredda corrente. Metteteli nel bicchiere del mixer con la senape e il pecorino romano. Aggiungete 4 cucchiai di olio evo e frullate con il frullate ad immersione. Aggiungete poca acqua di cottura della pasta fino ad ottenere una salsa cremosa.

Prendete i filetti di sogliola, controllate che non ci siano lische e fateli a cubetti. Passateli nella semola rimacinata di grano duro ed eliminate quella in eccesso.

Prendete una pentola, metteteci un filo d’olio, una noce di burro e fateci dorare l’aglio privato della buccia. Aggiungete la sogliola e fate saltare 3/4 minuti. Aggiustate di sale e pepe. Sfumate con il vino bianco e lasciate evaporare.

Scolate la pasta al dente e buttatela in padella mantenendo poca acqua di cottura. Aggiungete la salsa e fate saltare poco tempo fino a che la salsa non si sarà amalgamata con gli spaghetti. Spegnete la fiamma, impiattate e servite.

Buon Appetito

IMG_7417

Salsa verde molto saporita…

Finalmente la ricetta della mia salsa verde saporita è completata…milioni di modi di farla, di mangiarla e di accoppiarla…basta avere il prezzemolo e molta fantasia…vi svelo un trucco per sapere se è uscita bene, dopo averla mangiata andate davanti allo specchio e sorridete, se sembra che avete mangiato un alieno vuol dire che è perfetta…

Ingredienti
300 g di foglie di prezzemolo
150 g di tonno sott’olio
30 g d’acciughe sott’olio
30 g di capperi sotto sale
250 g di olio evo
1/2 spicchio d’aglio (facoltativo)

Lavate il prezzemolo, asciugatelo e mettetelo dentro un mixer insieme a metà dell’olio. Frullate fino a quando non sarò ben tritato. Aggiungete i capperi privati del sale, il tonno che avrete sgocciolato e le acciughe sott’olio (chi vuole anche l’aglio).

Frullate il tutto versando l’olio a filo fino a quando non otterrete una salsa omogenea e dal colore verde intenso…

…Buon appetito…

foto 4

foto 5

Salsa Verde

IMG_7080

Medaglione di manzo culatellato e capperi con sua battuta al balsamico…

“Sei hai a disposizione un filetto di manzo e non sai cosa fare…
Guarda questa ricetta, ti potrà ispirare”…
Ho provato a fare una rima simpatica per introdurre la ricetta di oggi. Quindi, dopo questa mia penosa performance, vi saluto e parto alla ricerca dell’ingrediente “ispirazione” per le empanada di questa sera.

Ingredienti per 4 persone
1 kg di filetto di manzo
100 g di culatello
Capperi sotto sale
Glassa aceto balsamico
Senape
Olio
Sale
Pepe

Preparazione
Prendete il filetto e ricavatene 4 medaglioni da 180 g circa. Salateli, pepateli e metteteli da parte.

Dallo “scarto” del filetto eliminate il grasso e battete il resto a coltello. Mettete la battuta di manzo in una bacinella con olio evo, sale, pepe e poca glassa al balsamico. Mescolate bene e mettete da parte.

Cospargete interamente i medaglioni di senape e mettete i capperi solo sui lati. Girateci intorno il culatello e chiudete con lo spago da cucina così da nascondere i capperi.

Cuocete i medaglioni su una piastra rovente 3 minuti per lato per avere una cottura al sangue, oppure regolatevi in base ai vostri gusti.

Prendete un piatto adagiateci in centro la battuta di manzo, sopra il medaglione e irrorate di olio evo, gocce al balsamico e capperi.

…Buon Appetito…

br />
2015/01/img_6699.jpg

2015/01/img_6696.jpg

Linguine aglioliopeperoncino con battuta di manzo, crema di capperi e primo sale…

Quando ti si presenta alla porta un signor filetto di manzo non puoi fare altro che aprirgli e farlo entrare a casa tua. Lo fai accomodare su di un tagliere di legno, meglio se antico, lo tranquillizzi accarezzandolo delicatamente, non devi farlo agitare o innervosire. Poi accendi il giradischi, metti l’inno alla gioia di Beethoven, prendi un grosso coltello e lo affili alla perfezione. Ti avvicini al filetto che si è appena addormentato, provi dispiacere per quello che stai per fare perché è proprio bello da vedere, ma non ti fai scrupoli perchè sai che fa parte della vita e inizi a tagliarlo con calma…in quel momento un briciolo di sadismo ti entra nel sangue. Poi decidi come onorare al meglio questo sacrificio, con una tartare, un pepe verde oppure perché no facendo una pasta molto particolare.
“Tratto dal libro segreto di un cuoco psicopatico”

Ingredienti per 4 persone
400 g di pasta
100 g di filetto di manzo
2 spicchi d’aglio
2 peperoncini
Olio evo
Sale
Pepe

Per la salsa
100 g di primosale
15 g di capperi
Olio evo

Preparazione
Lessate le linguine in abbondante acqua salata.

Battete con la lama di un grosso coltello la carne precedentemente sgrassata e privata di ogni nervetto, fino a che risulti ben tritata e quasi ridotta in pasta. Mettete in una bacinella, aggiungete sale, pepe, olio evo e mescolate bene.

Mettete nel bicchiere del mixer il primosale, i capperi e iniziate a frullare aggiungendo l’olio a fino fino a formare una salsa cremosa.

Pulite l’aglio e tagliatelo a metà, fate lo stesso con in peperoncini a cui toglierete i semi. Fate soffriggere entrambi senza bruciarli a fiamma bassa in una padella. Quando inizieranno a bruciacchiare toglieteli dalla padella lasciando solo olio aromatizzato.

Scolate le linguine a metà cottura e buttatele nella padella con l’olio aromatizzato aggiungendo almeno un suo mestolo d’acqua di cottura e la crema di primosale e capperi. Terminate la cottura in padella mescolando continuamente fino a quando non si sarà formata una salsa cremosa e le linguine saranno cotte e al dente.

Servite aggiungendo la battuta di manzo direttamente nel piatto adagiata sopra le linguine.

…Buon Appetito…

2015/01/img_6580.jpg

Penne ai gamberoni, riduzione di senape e vino bianco in pesto acidulo…

Evviva, evviva è arrivata la mia prima ricetta del 2015, meglio tardi che mai… Finalmente ho trovato il tempo per cucinare e quindi di conseguenza di scrivere. Avviso tutti che in famiglia si è aggiunta un nuovo membro, si chiama kitchenAid Artisan planetaria 4,7 l, un amore di elettrodomestico, stasera quindi dovrò metterlo alla prova con vari impasti. Intanto gustatevi questa ricetta molto particolare degna di aprire un nuovo anno insieme…i gamberoni non moriranno mai…

Ingredienti per 4 persone
400 g di penne
8 gamberoni
4 cucchiaini di salsa di senape
1/2 bicchiere di vino
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Sale

Per il pesto acidulo
100 g di rucola
20 g di capperi
1/2 limone
6 cucchiai di olio evo

Preparazione
Lessate le penne in abbondante acqua salata.

Mettete nel bicchiere del mixer la rucola, i capperi, il succo del limone e l’olio. Frullate incorporando l’aria fino ad ottenere una salsa cremosa (se necessario aggiungere più olio). Ecco fatto il pesto acidulo.

Fate scaldare in un padellino il vino bianco e quando avrà raggiunto l’ebollizione stemperateci all’interno la senape, spegnete e mettete da parte.

Pulite i gamberoni eliminando la testa e il carapace. Sminuzzateli a coltello e fateli saltare con uno spicchio d’aglio e un filo d’olio in padella a fiamma alta. Aggiustate di sale, pepe e aggiungete la riduzione di vino e senape. Lasciate insaporire.

Scolate le penne al dente e mantenendo poca acqua di cottura incorporatele al sugo. Fate saltare per 1 minuto, aggiungete il pesto acidulo e servite.

…Buon appetito…

2015/01/img_65622.jpg