Al Guelfo Negher, Riva di Solto (Bg) – Un buon pesce di lago…

Sabato pomeriggio io e la mia ragazza abbiamo fatto un bel giretto in moto lungo la costa del lago d’Iseo, verso sera abbiamo fatto sosta a Riva di Solto, con aperitivo in riva al lago. Tra uno spritz e una chiacchierata è arrivata l’ora della cena e su consiglio di gente del posto ci siamo recati a mangiare del pesce di lago presso un ristornate della zona.

Il locale purtroppo non è in riva al lago, ma si trova comunque sopra il paese ed è viziato da un’incantevole vista panoramica. Il nome del posto è alquanto bizzarro, ristorante – vineria al Guelfo Negher, un nome un programma!

Arrivati a destinazione, parcheggio la moto e da buon grafico pubblicitario rimango inorridito nel vedere l’insegna esterna del locale, scritta a mano con una bomboletta spray e ho sperato per loro fosse solo provvisoria!

Il ristorante è all’interno di una casa a più piani, entriamo dopo aver fatto una breve scalinata e notiamo un sostanzioso cambiamento tra il dentro e fuori, l’ambiente è molto caldo, di buon impatto visivo. Siamo accolti dalla giovane cameriera che ci fa accomodare in un tavolino all’esterno con una meravigliosa vista panoramica del lago.

Arriva lo chef e ci da dei consigli su cosa mangiare, notiamo subito la passione e la dedizione che questa persona trasmette per il cibo del suo territorio e ne rimaniamo molto colpiti e quindi ci affidiamo completamente a lui e alla sua cucina.

Dopo una piccola attesa arrivano gli antipasti, insalatina di code di gamberi d’acqua dolce, sardina secca di lago, trota affumicata e anguilla in carpione. I gamberi erano molto teneri e dolci, la sardina non era troppo salata e molto gustosa, la trota era delicata, leggera a differenza dell’anguilla in carpione piena di cipolla, come vuole la tradizione.

Finito l’antipasto arriva il primo piatto, del risotto al persico e uova di trota. E qui la sorpresa, nell’assaggiare il riso ho notato subito un’insipidità totale, stavo per farlo notare allo chef quando mi sono ricordato che le uova di trota sono molto salate, quindi ho mischiato riso e uova e ho assaggiato un piatto davvero molto buono, equilibrato e curioso.

Come secondo è arrivato del gratinato di pesce di lago, tra cui il pesce persico, la bottatrice e il filetto di trota. Il persico era molto buono, tenero e soprattutto nostrano. La trota era cotta a puntino e molto saporita, la bottatrice, aveva un retrogusto amarognolo, comunque molto gradevole.

Ripeto che sono stato molto colpito dalla professionalità nel servizio e soprattutto dall’attenzione che lo chef da ai suoi commensali. Un buon ristorante con ottime potenzialità e cibo del territorio. Sono sicuro che se cambiasse l’insegna si fermerebbero molte più persone, anche se i suoi “affezionati” saranno sempre presenti.

IMG_0847

IMG_0852

IMG_0857

IMG_0859

IMG_0861

IMG_0849

IMG_0848

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...