Tortiglioni con pancetta affumicata e salsa di melanza e curry…

Purtroppo anche questa settimana non sono riuscito a cucinare ne lunedì, né martedì, né mercoledì…ma oggi, finalmente, ci sono riuscito… Ricettina semplice e gustosa…come piace a me…

Ingredienti per 4 persone
400 g di tortiglioni
100 g di pancetta affumicata a cubetti
1 melanzana grande
1 cipollotto piccolo
Pecorino romano
Curry in polvere
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Lessate i tortiglioni in abbondante acqua bollente e salata.

Prendete il cipollotto, pulitelo e tritatelo fine. Fatelo dorare in padella con un filo d’olio. Aggiungete la pancetta affumicata e lasciate cuocere fino a quando non sarà diventato croccante.

Prendete la melanzana, fatela a rondelle dello spessore di 1/2 cm e grigliatele per 10 minuti. Quando saranno cotte mettetele nel bicchiere del mixer con un filo d’olio, sale, pepe ed il curry in polvere (a piacere). Frullate con il frullatore ad immersione aggiungendo poca acqua di cottura fino ad ottenere una salsa cremosa.

Aggiungete la salsa alla pancetta e mescolate bene. Scolate la pasta al dente e fatela saltare in padella con poca acqua di cottura insieme alla salsa e alla pancetta.

Servite in un piatto spolverando a piacere con del pecorino romano.

…Buon Appetito…

IMG_7347

IMG_7339

IMG_7340

IMG_7341

IMG_7342

Annunci

Pizza con una specie di purè speciale…

Come farcire in modo diverso una pizza? Semplice, realizzando questa ricetta. Bastano delle patate, del prezzemolo, un po’ di pangrattato, del parmigiano e anche un po’ di stracciatella di mucca e la pizza è servita…buonanotte a tutti…

Ingredienti per 4 pizze
300 g di patate (peso da bollite)
40 g di parmigiano reggiano
40 g di pangrattato
40 g di prezzemolo
200 g di stracciatella di mucca
40 g di olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Pulite e sbucciate le patate. Fatele bollire in acqua poco salata fino a quando non saranno tenere.

Con uno schiacciapatate schiacciatele in una bacinella. Aggiungete il parmigiano, il pangrattato, il prezzemolo tritato e l’olio evo. Amalgamate bene il tutto aggiustando di sale e pepe.

Preparate la pizza seguendo la mia ricetta e cuocete la base della pizza come nella ricetta.

Farcite le pizza che avrete precotto mettendo il ripieno speciale e infornate nuovamente.

Togliete dal forno e aggiungete la stracciatella di mucca, un filo d’olio e del pepe.

Buon Appetito

IMG_7322

IMG_7324

IMG_7330

Ravioli ripieni di radicchio rosso tardivo, ricotta di capra e cipollotti caramellati al prosecco…

Ecco la seconda ricetta per un altro fantastico ripieno dei ravioli. È raro che dica che una mia ricetta sia davvero speciale, ma in questo caso mi sento proprio di dirlo. Un raviolo delicato dal ripieno leggermente dolce, con una nota amara e un armonia frizzante. Il periodo in cui si può trovare il radicchio rosso tardivo di Treviso è da a novembre a marzo, quindi affrettatevi. È un radicchio molto buono, pregiato, delicato e poco amaro. I cipollotti caramellati con il prosecco non saranno nemici dell’alito, anzi lo rinvigoriranno.

Ingredienti per 8 persone
200 g radicchio rosso tardivo
50 g cipollotti freschi
200 g ricotta capra
20 g parmigiano
1/2 bicchiere prosecco
Zucchero bianco
Olio
Sale
Pepe

Per la pasta fresca

Preparazione
Pulite e tagliate i cipollotti a rondelle. Metteteli in una padella con un filo d’olio, fateli saltare a fiamma bassa pochi minuti, quando inizieranno a diventare dorati, abbassate la fiamma, aggiungete un cucchiaino di zucchero e il mezzo bicchiere di prosecco. Fate cuocere per 10 minuti circa a fiamma bassissima.

Quando saranno caramellati, aggiungete il radicchio rosso tardivo tagliato a striscioline dopo averlo pulito e privato del gambo. Fate cuocere a fiamma bassa 5 minuti e trasferite il tutto in una bacinella.

Con il frullatore ad immersione frullate aggiungendo un filo d’olio fino ad ottenere una salsa cremosa a cui andrete ad aggiungete la ricotta di capra. Mescolate bene facendo amalgamare il tutto.

Preparate la pasta fresca e tiratela a mano, meglio ancora se utilizzate l’apposita macchinetta, partite da una sfoglia più spessa fino ad arrivare alla sfoglia desiderata, io ho utilizzato una sfoglia media-sottile. Stendete la sfoglia sulla spianatoia, mettete la farcia e chiudete con un altro strato di sfoglia (potete utilizzare anche lo stampo per ravioli). Tagliate la sfoglia stando a due cm per lato dal ripieno creando così i ravioli, controllate che siano tutti chiusi bene.

Fateli cuocere 1 minuto in acqua bollente salata stando attendi a non romperli. Utilizzando il ragno da cucina mettete i ravioli nel piatto, consiglio di mangiarli con del semplice burro fuso, salvia e una manciata di parmigiano reggiano.

Buon Appetito

IMG_7314

IMG_7291

IMG_7292

IMG_7294

IMG_7293

IMG_7296-0

IMG_7302

IMG_7307

IMG_7309-0

IMG_7312

Ravioli di zucca, gorgonzola piccante e amaretti…

Come promesso, vi do la prima ricetta dei ravioli che ho preparato ieri sera. Io personalmente non adoro la zucca, ma se la uniamo al gorgonzola cambia completamente gusto, il raviolo resta meno dolce e il gusto più deciso. La scelta del gorgonzola piccante è stata fatta per sostituire la mostarda, ingrediente chiave nella preparazione dei ravioli di zucca mantovani. Non ho voluto stravolgere la ricetta, ma semplicemente rivisitarla per chi come me non ama particolarmente il dolce. Dopo mangiato la seconda ricetta…ho lasciato il meglio per ultimo…

Ingredienti per 8 persone
400 g di zucca (peso per zucca pulita)
100 g di gorgonzola piccante
30 g di parmigiano
10 g amaretti
Olio evo
Aglio
Sale
Pepe

Per la pasta fresca

Preparazione
Pulite la zucca eliminando la buccia e i semi (pulita dovrà pesare 400g) e fatela a dadini. Prendete una padella, aggiungete un filo d’olio, uno spicchio d’aglio diviso in due e fate soffriggere. Aggiungete la zucca e fate saltare tre minuti a fiamma alta. Aggiustate di sale, pepe e lasciate cuocere altri 10 minuti a fiamma bassa aggiungendo mezzo bicchiere d’acqua per non fare attaccare. Quando la zucca sarà tenera (ma non molle) trasferitela in una bacinella eliminando l’aglio. Aggiungete alla zucca il gorgonzola tagliato a pezzi, gli amaretti sbriciolati ed un filo d’olio. Frullate con il frullatore ad immersione fino ad ottenere un impasto abbastanza denso e cremoso.

Preparate la pasta fresca e tiratela a mano, meglio ancora se utilizzate l’apposita macchinetta, partite da una sfoglia più spessa fino ad arrivare alla sfoglia desiderata, io ho utilizzato una sfoglia media-sottile. Stendete la sfoglia sulla spianatoia, mettete la farcia e chiudete con un altro strato di sfoglia (potete utilizzare anche lo stampo per ravioli). Tagliate la sfoglia stando a due cm per lato dal ripieno creando così i ravioli, controllate che siano tutti chiusi bene.

Fateli cuocere 1 minuto in acqua bollente salata stando attendi a non romperli. Utilizzando il ragno da cucina mettete i ravioli nel piatto, consiglio di mangiarli con del semplice burro fuso, salvia e una manciata di parmigiano reggiano.

Buon Appetito

IMG_7318

IMG_7285

IMG_7286

IMG_7290IMG_7296

 

IMG_7300

IMG_7306

IMG_7309

IMG_7317

Trattoria il Muliner, Clusane d’Iseo – Fantastico pesce di lago…

Il pesce del mio lago, il pesce del lago d’Iseo…unico e inimitabile (sono un po’ di parte)…quando ne ho voglia, esco a mangiarlo (non amo cucinarlo), anche se a essere sincero è un po’ troppo caro, ma purtroppo si sa che se la pesca lacustre è diminuita negli ultimi anni, il prezzo del pesce ne ha risentito. Per mangiarlo, avete l’imbarazzo della scelta dato i numerosi locali in cui viene proposto, ma se volete qualcosa di più ricercato, la trattoria il Muliner fa al caso vostro, materia prima eccellente e cura nei dettagli. La location è molto carina e suggestiva anche se non si è affaccia sul lago, ma questo è solo un piccolo dettaglio irrilevante che di certo non può condizionare il mio giudizio. L’ambiente interno è molto elegante e intimo, il servizio veloce e cordiale. Come antipasto, ottimo il misto lago, con un insalatina di gamberi d’acqua dolce davvero buona, ottime acquadelle in carpione, superlativa insalata di luccio e squisita tartare di salmerino affumicato. Date le generose porzioni saltiamo i primi, anche se molto invitanti e passiamo al secondo, naturalmente non possiamo che optare per il filetto di pesce persico impanato, cavallo di battaglia del lago d’Iseo, ottimo e con un impanatura aromatizzata alle erbe molto delicata, forse due filettini in più non sarebbero stati male. Piacevole locale, consigliato per momenti romantici a lume di candela. Io ci sono stato per lavoro, ma sicuramente ritornerò con la mia dolce metà per assaggiare altre sfiziose proposte culinarie.

IMG_7272

IMG_7223

IMG_7227

IMG_7229

IMG_7271

Patate molto gustose…e saporite…

Questa ricetta proviene dalla storia della mia cucina. Un piatto davvero molto ricco e gustoso che stupirà i vostri commensali. É davvero molto semplice da preparare, quindi cosa aspettate andate a fare la spesa e cimentatevi in questa preparazione.
Stasera serata ravioli, con ripieno di zucca e…e tanta fantasia…curiosi? A domani…

Ingredienti per 8 persone
1kg di patate
700 g di besciamella (vedi ricetta)
250 g di formaggio Tilsit
30 g di parmigiano reggiano
100 g di pancetta affumicata
20 g di burro
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Preparate la besciamella seguendo la mia ricetta.

Tritate fine il formaggio tilster con il mixer e mettete da parte.

Pulite e sbucciate le patate. Tagliatele a fette sottili di circa 2 mm e mettetele in una bacinella sotto l’acqua fredda corrente facendo perdere l’amido.

Tagliate a striscioline la pancetta e fatela saltare con metà burro e un filo d’olio in una padella fino a quando sarà rosolata. A questo punto aggiungete le patate e fate saltare a fiamma bassa per circa 10 minuti. Dovranno intenerirsi ma non cuocere.

Prendete una pirofila da forno, imburratela e aggiungete un mestolo di besciamella come base, poi uno strato di patate, posizionandole con le mani una sopra l’altra, mettete una manciata di formaggio tilster e nuovamente uno strato di besciamella. Formate altri tre strati fino ad arrivare all’ultimo a cui aggiungerete il parmigiano e qualche noce di burro.

Preriscaldate il forno 200 gradi e informate per 20 minuti.

Togliete dal forno, lasciate intiepidire e servite.

Buon Appetito

IMG_7090

IMG_7076-0

IMG_7078-0

IMG_7084-0

IMG_7086-0

IMG_7085-0

IMG_7087-0

Gusta l’Italia, Lovere (Bg) – Che spettacolo, bravi ragazzi…

Splendida cena a base di pesce in un fantastico locale situato nella sponda bergamasca del lago d’Iseo, più precisamente a Lovere. Piatti semplici e curati derivati dall’autentica e unica cucina mediterranea. Il locale è gestito da due ragazzi giovani molto simpatici che sanno il fatto il loro in materia di cucina e cordialità. Ottimi gli antipasti di mare con vari assaggini, tra cui salmone affumicato in casa, insalatina di seppia, verdurine e balsamico, guscio di capesanta con salmone e besciamella e altre cose molto buone e sfiziose.
Come primo piatto, ottime le orecchiette con zola, zafferano e gamberi, molto saporite e leggere nonostante il formaggio e cottura perfettamente al dente. Per secondo abbiamo preso un superlativo polpo alla Luciana dalla tenerezza incredibile e dal sapore molto delicato.
Locale veramente carino, riservato e con un accoglienza familiare. Sicuramente ci ritornerò per lasciarmi nuovamente stupire e deliziare il palato.

IMG_7268

IMG_7258

IMG_7265

IMG_7267

IMG_7270

IMG_7269