Flan di parmigiano con salsa di porcini e curry…

Questa ricetta è fantastica, l’ho trovata in internet e l’ho leggermente modificata secondo le mie volontà. Un po’ difficile da fare perché il flan a volte fuori dal forno si sgonfia. Quindi ecco il mio primo flan…vi assicuro che rimarrete esterrefatti se proverete a farlo…stasera ravioli, naturalmente impastati con la planetaria, ma chissà quale farine e ripieni useremo.

Ingredienti per 6 flan
75 g di parmigiano reggiano
75 g di pecorino romano
200 ml di latte
40 g di burro
40 g di farina
Noce moscata

Per la salsa
100 g di funghi porcini freschi o surgelati
200 ml di panna liquida
Spicchio d’aglio
Curry in polvere

Preparazione

Prendete una padella, aggiungete un filo d’olio, lo spicchio d’aglio pulito e fatelo soffriggere. Pulite i funghi porcini (sgelateli sotto acqua fredda se sono congelati), fateli a piccoli cubetti e saltateli in padella per cinque minuti Togliete l’aglio, aggiungete un po’ di acqua calda salata e procedete la cottura per altri dieci minuti. Aggiungete la panna, il curry a piacere e fate ritirare leggermente la salsa.

Fate sciogliere in una padella a fiamma bassa il burro senza farlo bruciare. Togliete dal fuoco, aggiungete la farina setacciata e mescolate energicamente. Rimettete sul fuoco, aggiungete il latte mescolando energicamente fino ad ebollizione, spegnete aggiungete il parmigiano grattugiato, un pizzico di sale, noce moscata e mescolate bene.

Lasciate raffreddare il composto e aggiungete prima i tuorli e poi gli albumi incorporandoli poco alla volta fino ad ottenere un composto omogeneo.

Preriscaldate il forno a 200°. Imburrate degli stampini e riempitili con il composto. Prendete una pirofila da forno, metteteci due dita di acqua bollente e adagiateci gli stampini. Infornate per 10/12 minuti controllando che non brucino e togliete dal forno.
Togliete dagli stampini e servite accompagnati dalla salsa.

Buon Appetito

N.B. L’importante è cuocere i flan inserendo gli stampini nell’acqua bollente e non direttamente sulla teglia.

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/4de/68183543/files/2014/12/img_6250.jpg

Annunci

Linguine aglioliopeperoncino con battuta di manzo, crema di capperi e primo sale…

Quando ti si presenta alla porta un signor filetto di manzo non puoi fare altro che aprirgli e farlo entrare a casa tua. Lo fai accomodare su di un tagliere di legno, meglio se antico, lo tranquillizzi accarezzandolo delicatamente, non devi farlo agitare o innervosire. Poi accendi il giradischi, metti l’inno alla gioia di Beethoven, prendi un grosso coltello e lo affili alla perfezione. Ti avvicini al filetto che si è appena addormentato, provi dispiacere per quello che stai per fare perché è proprio bello da vedere, ma non ti fai scrupoli perchè sai che fa parte della vita e inizi a tagliarlo con calma…in quel momento un briciolo di sadismo ti entra nel sangue. Poi decidi come onorare al meglio questo sacrificio, con una tartare, un pepe verde oppure perché no facendo una pasta molto particolare.
“Tratto dal libro segreto di un cuoco psicopatico”

Ingredienti per 4 persone
400 g di pasta
100 g di filetto di manzo
2 spicchi d’aglio
2 peperoncini
Olio evo
Sale
Pepe

Per la salsa
100 g di primosale
15 g di capperi
Olio evo

Preparazione
Lessate le linguine in abbondante acqua salata.

Battete con la lama di un grosso coltello la carne precedentemente sgrassata e privata di ogni nervetto, fino a che risulti ben tritata e quasi ridotta in pasta. Mettete in una bacinella, aggiungete sale, pepe, olio evo e mescolate bene.

Mettete nel bicchiere del mixer il primosale, i capperi e iniziate a frullare aggiungendo l’olio a fino fino a formare una salsa cremosa.

Pulite l’aglio e tagliatelo a metà, fate lo stesso con in peperoncini a cui toglierete i semi. Fate soffriggere entrambi senza bruciarli a fiamma bassa in una padella. Quando inizieranno a bruciacchiare toglieteli dalla padella lasciando solo olio aromatizzato.

Scolate le linguine a metà cottura e buttatele nella padella con l’olio aromatizzato aggiungendo almeno un suo mestolo d’acqua di cottura e la crema di primosale e capperi. Terminate la cottura in padella mescolando continuamente fino a quando non si sarà formata una salsa cremosa e le linguine saranno cotte e al dente.

Servite aggiungendo la battuta di manzo direttamente nel piatto adagiata sopra le linguine.

…Buon Appetito…

2015/01/img_6580.jpg

Gnocchi di bietola e patate ripieni di speck e scamorza…

Finalmente ho utilizzato la planetaria e indovinate per cosa? Gli gnocchi…devo essere sincero, è stata una fantastica esperienza e le mie mani non erano tutte appiccicose. Comoda e molto utile, me ne sono innamorato…pensate che la mia ragazza mi ha fatto notare che mentre era in funzione l’accarezzavo e gli facevo i complimenti, sarò normale? Mi ha persino detto:”Dato che ci sei portala anche a letto” ed io ho risposto:”Davvero!”. Comunque ottimi gnocchi e ottimo ripieno.

Ingredienti per 8 persone
1 kg di patate
350 g di farina tipo OO
300 g di foglie di bietola
1 uovo grande
sale

Per il ripieno
150 g di speck in una fetta
100 g di scamorza
50 g di parmigiano reggiano
1 uovo

Preparazione
Pulite le patate e senza sbucciarle mettetele in una padella piena di acqua fredda. Fatele bollire per 30/40 minuti in base alla dimensione della patate (dovranno avere tutte la stessa dimensione). Quando saranno cotte togliete la buccia senza farle raffreddare e con lo schiacciapatate schiacciatele nella bacinella della planetaria o ciotola per chi impasta a mano.

Tagliate lo speck a cubetti, fatelo saltare in padella senza aggiunta di grassi e quando sarò dorato toglietelo dal fuoco e fatelo raffreddare. Prendete il mixer aggiungete lo speck dorato, la scamorza e tritate finemente. Trasferite in una bacinella, aggiungete un uovo, il formaggio e mischiate bene.

Fate bollire in una pentola abbondante acqua poco salata e fateci bollire le bietole per 5 minuti. Scolatele, fatele raffreddare, strizzatele bene e tritatele fini con il mixer a immersione aggiungendo un filo d’olio.

Nella bacinella della planetaria (oppure in una bacinella capiente) dove avete schiacciato le patate aggiungete la farina setacciata, l’uovo, le bietole e un pizzico di sale. Azionate la planetaria massimo a 3 e fate amalgamare bene tutti gli ingredienti per 5 minuti fino ad ottenere un composto solido e morbido (altro lavoro per chi impasta a mano).

Sulla spianatoia mettete un po’ di farina e formate delle palline di circa 2 cm di diametro, schiacciatele sul tavolo formando dei dischi, aggiungete il ripieno di speck e scamorza e richiudete formando nuovamente delle palline. Riponetele su di un vassoio infarinato per non farli attaccare.

Gli gnocchi dovrete lessarli in abbondante acqua salata fino a che non vengono a galla.

Consiglio di mangiarli con del semplice burro fuso e salvia.

…Buon Appetito…

IMG_6594

IMG_6595

IMG_6588

IMG_6591

IMG_6592

Filetto di manzo lardellato con salsa d’ acciughe, foie gras e Hoegaarden…

Oggi vi preparo una ricetta gourmet, nata per caso, nata come sempre dalla mia voglia di provare sapori nuovi e abbinamenti bizzarri. Il costo della ricetta è più elevato rispetto al solito ma vi assicuro che verrete ripagati dalla bontà del piatto. Filetto di manzo, acciughe, birra bianca e foie gras…4 ingredienti che amo…

Ingredienti per 4 persone
600 g di filetto di manzo
8 fette sottili di lardo di colonnata
8 acciughe sottolio
50 g di foie gras d’anatra
1 bicchiere di birra bianca Hoegaarden
50 ml di panna liquida
20 g di burro
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Prendete il filetto di manzo, eliminate i residui di grasso e le parti nervose (non buttatele via che le utilizzeremo in un secondo momento) e ricavatene 4 medaglioni. Foderateli sui lati con il lardo e legateli con lo spago da cucina in modo che mantengano una forma tonda in cottura.

Mettete il burro e un filo d’olio in una padella, fateci rosolare la carne 2 minuti per lato e toglietela dalla padella. Mettetela in una pirofila e infornate a 140° per 10 minuti.

Nella padella dove avete cotto i filetti aggiungete le acciughe e lasciatele sciogliere a fiamma bassa. Aggiungete gli scarti del filetto e fateli dorare. Aggiungete la birra e poco alla volta il foie gras lasciandolo sciogliere a fiamma bassa. Fate ritirare la salsa, aggiungete la panna e lasciate cuocere 2/3 minuti. Filtrate con un colino la salsa eliminando gli scarti del filetto.

Togliete dal forno i filetti di manzo e adagiateli sul piatto cospargendoli di salsa.

…Buon Appetito…

2015/01/img_65841.jpg

2015/01/img_6581.jpg

Lenticchie saporite, per tante ricette…

Io adoro tutti i legumi, ed in particolare le lenticchie…si dice portino fortuna, ma su questo ho qualche dubbio. Ecco come cucinarle al meglio per renderle ancora più gustose…per stasera gnocchi, ma fatti in modo diverso…Buona domenica a tutti…

La ricetta completa su:
https://marinoecucino.com/2015/01/11/lenticchie-saporite-per-tante-ricette/

Ingredienti per 8 persone
200 g lenticchie secche
50 pancetta affumicata
1 carota
1 sedano
1/2 cipolla
1/4 spicchio d’aglio
2 cucchiaini di triplo concentrato di pomodoro
Olio evo
Sale
Pepe

Preparazione
Mettete a bagno le lenticchie per almeno 12 ore, poi scolatele con un colino e risciacquatele bene.

Fate soffriggere la pancetta tagliata a cubetti in una padella senza l’aggiunta di olio, quando sarà croccante e avrà rilasciato il suo grasso mettetela da parte lasciando l’unto in padella.

Intanto preparate un soffritto tritando finemente carota, sedano, cipolla e aglio. Fatelo appassire a fiamma bassa 5 minuti nella padella in cui c’era la pancetta aggiungendo 2 cucchiai d’olio evo.

Aggiungete le lenticchie, fatele insaporire e mettete il triplo concentrato di pomodoro. Lasciate cuocere circa 10 minuti e aggiungete la pancetta croccante. Finite la cottura per altri 20 minuti aggiustando di sale e pepe e aggiungendo dell’acqua calda di tanto in tanto per non fare ritirare troppo.

Queste lenticchie possono essere la base di molte ricette gustose, paste, risotti, creme etc…

Buon appetito

2015/01/img_6576.jpg

Spaghettoni pollo e acciughe con crema di peperoni…

Buon sabato a tutti, oggi preparo un piatto molto deciso e gustoso con pollo, acciughe e peperoni. E voi cosa mangiate? Spero non la solita pasta al pomodoro (anche se l’adoro). Ieri sera purtroppo non sono riuscito ad usare la planetaria, ma domani, a discapito della mia ragazza, dedicherò tutto il tempo al suo utilizzo. Stasera vi svelerò il segreto di un ottimo riso per sushi tramandatomi dal mio Sensei Tozai Tatsumoto…

Ingredienti per 4 persone
400 g di spaghettoni
200 g di petto di pollo
8 filetti d’acciuga sottolio
1 peperone giallo
Olio evo
Sale

Preparazione
Lessate gli spaghettoni in abbondante acqua salata.

Tritate con il mixer il peperone e fatelo cuocere in un filo d’olio per 10 minuti a fiamma bassa fino a che non sarà diventato morbido. Mettetelo nel bicchiere del mixer e frullate aggiungendo un filo d’olio fino ad ottenere una crema.

Prendete le acciughe e fatele sciogliere a fiamma bassa in una pentola. Aggiungete il petto di pollo tagliato a cubetti e fate saltare 5 minuti aggiungendo poca acqua della pasta per non farlo bruciare.

Scolate gli spaghettoni al dente, metteteli nella padella insieme a poca della loro acqua di cottura e la crema di peperoni. Fate saltare 1 minuto e servite.

Buon appetito

2015/01/img_65681.jpg

Penne ai gamberoni, riduzione di senape e vino bianco in pesto acidulo…

Evviva, evviva è arrivata la mia prima ricetta del 2015, meglio tardi che mai… Finalmente ho trovato il tempo per cucinare e quindi di conseguenza di scrivere. Avviso tutti che in famiglia si è aggiunta un nuovo membro, si chiama kitchenAid Artisan planetaria 4,7 l, un amore di elettrodomestico, stasera quindi dovrò metterlo alla prova con vari impasti. Intanto gustatevi questa ricetta molto particolare degna di aprire un nuovo anno insieme…i gamberoni non moriranno mai…

Ingredienti per 4 persone
400 g di penne
8 gamberoni
4 cucchiaini di salsa di senape
1/2 bicchiere di vino
1 spicchio d’aglio
Olio evo
Sale

Per il pesto acidulo
100 g di rucola
20 g di capperi
1/2 limone
6 cucchiai di olio evo

Preparazione
Lessate le penne in abbondante acqua salata.

Mettete nel bicchiere del mixer la rucola, i capperi, il succo del limone e l’olio. Frullate incorporando l’aria fino ad ottenere una salsa cremosa (se necessario aggiungere più olio). Ecco fatto il pesto acidulo.

Fate scaldare in un padellino il vino bianco e quando avrà raggiunto l’ebollizione stemperateci all’interno la senape, spegnete e mettete da parte.

Pulite i gamberoni eliminando la testa e il carapace. Sminuzzateli a coltello e fateli saltare con uno spicchio d’aglio e un filo d’olio in padella a fiamma alta. Aggiustate di sale, pepe e aggiungete la riduzione di vino e senape. Lasciate insaporire.

Scolate le penne al dente e mantenendo poca acqua di cottura incorporatele al sugo. Fate saltare per 1 minuto, aggiungete il pesto acidulo e servite.

…Buon appetito…

2015/01/img_65622.jpg