Cascina Doss, Iseo – Tartare di cavallo, rognone di vitello e il mitico spiedone…

Esattamente un mese fa, su consiglio di amici, ci siamo recati a mangiare a Iseo in un posto molto bello e lontano dal caos del centro, Cascina Doss. La location, come dice il nome, è una cascina ristrutturata nel massimo della raffinatezza, ma con una certa sobrietà che accontenta tutti senza mettere a disagio le persone meno abbienti. Il locale dispone di un ampio giardino ben curato e due grandi sale. La prima sala sulla destra, la più rustica, viene utilizzata ogni domenica per servire un grande happy hour con musica e animazione, mentre l’altra sala è quella del ristorante. All’ingresso di quest’ultima ci accoglie una gentilissima ragazza e ci fa accomodare in un tavolino ben apparecchiato, come accennavo prima l’ambiente è molto elegante pur mantenendo il suo stile rustico originario, quindi molto gradevole e piacevole da vedere. Ci accomodiamo e ci viene subito servita dell’acqua con dei mini panini caldi fatti in casa di vari gusti, buonissimi. Sfogliamo il menù e senza indugi facciamo subito la nostra scelta. Ordiniamo quindi come antipasto tartare di cavallo e maionese all’extravergine e rognone trifolato con purea che se pur sarebbe un secondo l’ho richiesto come antipasto. La tartare era tenerissima, si scioglieva in bocca e abbinandola alla maionese all’extravergine dava il giusto condimento cremoso al piatto. Il rognone era tenero, aveva un gusto deciso ma non troppo forte, era cotto quasi al sangue come vuole la più antica tradizione che non tutti amano…io l’adoro.

IMG_2804

IMG_2802

Per secondo prendiamo il loro mitico spiedone con prosciutto cotto, formaggio dolce, controfiletto di manzo e pancetta croccante servito arrotolato su di un bastone molto lungo, vi assicuro che visivamente faceva la sua “porca figura”. Era una vera esplosione di sapori, la croccantezza della pancetta con la scioglievolezza del formaggio, con la tenerezza del controfiletto e per finire con la morbidezza del prosciutto. Dopo averne mangiato quasi metà arriva il cameriere dispiaciuto e ci fa notare che la carne era leggermente bruciata, noi lo abbiamo guardato in cagnesco e gli abbiamo detto che andava benissimo così, in effetti quello strato leggermente bruciacchiato era molto piacevole da mangiare. Il cameriere comunque per scusarsi ci ha offerto i due bicchieri di bollicine “Bellavista Cuvee Brut Alma” che avevamo ordinato all’inizio..Touchè.

IMG_2806

IMG_2808

La cena è stata ottima, come è stato ottimo il ristorante e come è stato ottimo il personale, formato da ragazzi giovani con la voglia di fare di cui ho apprezzato molto la spigliatezza. Un altro punto a favore sta nell’abbigliamento molto casual dei camerieri, in questo posto che poi tanto casual non è, ma che comunque riesce a metterti a tuo agio facendoti trascorrere una piacevole serata.

IMG_3766

IMG_3767

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...