Pane al Sale, Clusane d’Iseo – Insalatina di luccio, gnocchi di tinca e persico salvia e verdure…

L’altra sera mi ero promesso di riposare, ero tranquillo sul divano a leggermi un buon libro di cucina quando è arrivata la mia ragazza e guardandomi con i suoi enormi occhioni dolci mi ha invitato a cena. Come potevo rifiutare? Così dopo una doccia fredda rigenerante e qualche schiaffetto ci siamo recati a Clusane d’Iseo, capitale del pesce di lago (Lago d’Iseo) insieme a Montisola. Dopo aver parcheggiato la nostra “Vespa new generation” abbiamo fatto un giro e allontanandoci dal caos del centro ci siamo imbattuti in una tranquilla piazzetta dove era ubicata questa romantica e tranquilla osteria dal nome “Pane al Sale” situata in riva al lago. Ci siamo presentati all’entrata, ci ha accolto la ragazza alla cassa con molta cortesia e ci ha fatto accompagnare nel porticato esterno. Il tavolo era apparecchiato in modo semplice ma elegante e la distanza tra un tavolo e l’altro era parecchia, così da creare una piacevole atmosfera intima e romantica. L’unica nota stonata erano le sedie di legno stile “sala delle colazioni hotel anni 70”, ma come sapete il mio punto di vista è soggettivo e non vuole influenzare nessuno sull’arredamento perché non sono ne architetto ne designer.

IMG_3734

Ci hanno portato i menù e indecisi su cosa prendere abbiamo optato per un antipasto con insalata di luccio tiepida con basilico e pinoli e sarde del Sebino con polenta. Il luccio era molto saporito, tenero e si sentiva in ogni boccone tutta la sua compostezza; le sarde erano buone, forse dovevano essere essiccate un po’ di più perché abbiamo fatto molta fatica a staccare la carne dalla lisca centrale, ma tutto sommato erano piacevoli al palato.

IMG_3735

IMG_3737

Nella nostra eterna indecisione tra primo o secondo abbiamo optato per entrambi, io ho preso il persico del lago alla salvia e verdure, lei ha preso gli gnocchi ripieni con tinca e Franciacorta. Il persico era molto buono e sicuramente nostrano, avrei preferito forse qualche filettino in più e meno verdure, ma tutto sommato un ottimo piatto; gli gnocchi erano fantastici, il ripieno di tinca era molto saporito e non sapeva di fango e la salsa al Franciacorta era molto delicata e si sposava alla perfezione con il piatto. È stato un abbinamento che mi ha ammaliato e stupito per la sua bontà.

IMG_3742

IMG_3740

I dolci sono tutti rigorosamente artigianali e sembrano buonissimi, ma gli abbiamo ignorati gustarci un gelato sul lungolago con passeggiatina sotto le stelle.
Il locale merita di essere provato per la tranquillità del posto e la semplicità nella lavorazione della materia prima, in questo caso il pesce di lago che è difficile da cucinare abbinato ad altri ingredienti. Inoltre il clima cortese e la professionalità del personale ti mettono a tuo agio, per un attimo ho pensato di essere a casa mia.

IMG_3748

IMG_3749

IMG_3747

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...