Paglia e fieno con gamberoni, pesto salato di rucola e speciale porchettatura…

Stasera gente a casa…amici di famiglia di vecchia data…volevo stupirsi

Ingredienti
Tagliatelle paglia e fieno
Gamberoni
Culatello (ottimo e economico il Bertoli)
Cipolla Tropea
Rucola
Ricotta salata
Pomodori datterini
Pomodori piccadilly
Zucchero di canna
Timo
Origano
Aglio
Olio evo
Sale
Pepe

Per il brodo
Guarda la ricetta completa

Per il fumetto
Guarda la ricetta completa

Preparazione
Preparate il brodo seguendo la ricetta del mio brodo di crostacei e mettete da parte.

Preparate il fumetto seguendo la mia speciale ricetta e mettete da parte.

Mettete le fette di culatello su una teglia e infornate a 160 gradi per 30
minuti. Quando sarà seccato lasciate raffreddare, mettete in un mixerino e frullate, si formerà una polvere di culatello.

Tagliate a metà i datterini, metteteli gli uni accanto agli altri rivolti verso l’alto su una teglia, aggiungete un pizzico di sale, di zucchero di canna, timo, origano e pepe. Aggiungete un filo d’olio e infornate a 100 gradi per 90 minuti. Quando saranno appassiti e caramellati spegnete il forno.

Mettete l’aglio e metà cipolla di Tropea tagliata a rondelle in una padella con un filo d’olio. Fate appassire a fuoco lento, aggiungete i pomodori piccadilly divisi in quattro e mettete un cucchiaio di zucchero per togliere l’acidità del pomodoro. Fate cuocere cinque minuti a fiamma bassa. Regolate di sale e pepe e spegnete la fiamma.

Prendete un’altra padella, aggiungete tre cucchiai d’olio, mettete l’aglio a rondelle sottilissime,
poco peperoncino sminuzzato e fate soffriggere. Pulite i gamberoni, tagliateli a metà e aggiungeteli in padella. Lasciate cuocere 2 minuti senza girare, salate e pepate. Girateli con due forchette, aspettate due minuti e sfumate con il vino bianco. Appena sarà evaporato aggiungete il sugo di pomodori piccadilly, mischiate bene e dopo due tre minuti spegnete senza far rapprendere troppo.

Prendere la rucola, la ricotta salata e l’olio e frullateli in un mixer fino ad ottenere un composto denso. Assaggiate e regolate di sale (in mancanza di ricotta salata utilizzate del pecorino romano).

Scaldate il brodo precedentemente scolato e filtrato. Fateci bollire le tagliatelle al dente. Scolate e buttate nel sugo.

Impiattate mettendo sopra il pesto di rucola salata, la polvere di culatello, il gamberoni che avete messo da parte scottato intero in padella e guarnite con i datterini confit.

…Buon appetito

20140628-213300-77580290.jpg

20140628-213331-77611581.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...